• LUNEDÌ 6 DICEMBRE 2021 - S. Nicola di Bari

Cooperazione, diversificazione e filiera corta. Allevamento: Alfieri sostiene le battaglie Cia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ntr24.tv e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Con un valore stimato intorno ai 70 milioni di euro l’anno (circa il 48% deriva dalla vendita di carne bovina, il 28% dal latte e la restante parte dal settore ovino, suino e bufalino), la zootecnia sannita nonostante cicliche crisi e una scarsa vocazione all’innovazione rimane un comparto fondamentale dell’economia del territorio. Ma non sono pochi i punti deboli, a cominciare dai volumi produttivi e dalla scarsa diversificazione. IL °6 censimento dell’agricoltura del 2010 ha infatti rilevato una realtà zootecnica nella provincia di Benevento con evidenti criticità economiche e strutturali; il patrimonio zootecnico è quasi esclusivamente costituito da: Bovini,  con circa 48.000 capi di cui circa 13.000 sono vacche da latte; Ovini, con circa 47.000 capi, ad indirizzo prevalente misto; e Suini con circa 10.000 capi. Una riflessione su criticità, soluzioni e prospettive di sviluppo di questo settore è emersa , dal convegno promosso dalla sezione beneventana di Cia – Agricoltori Italiani nell’ambito della prima giornata, mercoledì 21 settembre, della 43esima edizione della Fiera di Morcone. Al convegno, dal titolo “Zootecnica sannita: ...



Sannioportale.it