• LUNEDÌ 18 OTTOBRE 2021 - S. Luca evangelista

Potenza WiFi: qual è il significato di dBm

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ilsoftware.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Quando vi spostate nei vari ambienti dell'ufficio o in casa, sia all'interno che all'esterno, tenendo in mano il vostro smartphone vi accorgerete che l'icona formata da vari archi sovrapposti si modificherà sulla base della potenza del segnale WiFi rilevata nel luogo in cui ci si trova. Se tutti gli 'archetti' sono accesi significa che il segnale WiFi è stabile e potente; viceversa gli 'archetti' si spegneranno via via che ci si allontanerà dal router, da un ripetitore o da un nodo nel caso di rete mesh.
La potenza del segnale WiFi viene misurata in dBm, abbreviazione di decibel milliwatt.

Per avere le idee più chiare provate a installare un'applicazione gratuita come FRITZ!App WLAN disponibile sia per Android che per iOS che abbiamo già presentato come uno dei migliori analizzatori WiFi disponibili.


Nella schermata principale (La mia rete WiFi) si può verificare l'andamento della potenza del segnale WiFi in dBm man mano che ci si sposta da un ambiente all'altro.
Toccando la scheda Collegamento o scorrendo da destra verso sinistra si può attivare l''interruttore' in alto e verificare come si comportano tutte le reti WiFi vicine, anche quelle gestite da soggetti terzi.


La potenza del segnale è espressa utilizzando valori negativi, di solito tra -10 (segnale più forte) e -90 dBm (segnale più debole).



Macrolibrarsi
Sannioportale.it