• SABATO 29 GENNAIO 2022 - S. Costanzo patrono di PG

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Hdblog.it a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Un viaggio alla Lost in Space di Netflix è un'opzione per il futuro dell'umanità?

Tra le novità al debutto questo mese su Netflix c'è la terza e ultima stagione di Lost in Space, serie TV americana che narra delle vicende della famiglia Robinson, costretta a migrare dalla Terra verso uno dei pianeti di Alpha Centauri a bordo di una navicella spaziale. La serie su Netflix è un remake dell'omonima serie TV del 1965, ma il tema che ha animato i produttori oggi, con la Terra in sofferenza, è più che mai attuale. Se non dovessimo riuscire a salvare il pianeta, avremmo un altro posto in cui vivere? E una migrazione di massa verso il "protagonista" della serie, il sistema stellare Alpha Centauri, sarebbe un'opzione percorribile?

L'EQUILIBRIO TRA REALTÀ E FINZIONE IN LOST IN SPACE

Alpha Centauri è il sistema stellare più vicino alla terra: dista "appena" 4 anni luce. Il punto è che pure con le tecnologie più avanzate di cui disponiamo attualmente un viaggio verso Alpha Centauri, secondo alcune stime, ci porterebbe via oltre 6.000 anni per giungere a destinazione, ragione per cui la NASA ha manifestato l'intenzione di volerlo visitare ma l'obiettivo è di riuscirci entro il 2069, quando si spera che la tecnologia sia progredita abbastanza da consentircelo.
Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 789 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Testi ed immagini Copyright Hdblog.it



Sannioportale.it