• SABATO 4 DICEMBRE 2021 - S. Barbara vergine

Un prototipo dell'Apple VideoPad verrà messo all'asta assieme ad altri pezzi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Hdblog.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Il 3 novembre la casa d'aste statunitense Bonhams batterà alcuni articoli che hanno fatto la storia della tecnologia all'interno dell'iniziativa History of Science and Technology. Non è certo la prima volta che ci sono simili iniziative, ma tra quelli raccolti in questa occasione spicca il prototipo dell'Apple Video Pad 2, prodotto mai arrivato sul mercato ma in lavorazione a Cupertino tra il '94 e il '95. Il prezzo di vendita previsto si dovrebbe assestare tra gli 8.000 e i 12.000 dollari. L'Apple Video Pad 2, venduto a quanto si apprende sul sito della casa d'aste da un ingegnere di Apple nel 1999 e ricomparso in questi giorni in occasione della vendita, fu sviluppato insieme agli altri due prototipi, i Video Pad 1 e 3, nel corso degli anni '90 sotto la supervisione dell'allora CEO John Sculley, che ne aveva anche realizzato i primi sketch. L'idea alla base del progetto era quella di realizzare una sorta di versione 2.0 dell'Apple Newton, quindi un dispositivo di dimensioni compatte con funzioni da palmare ma anche, come si può vedere qui sotto, una camera per poter ad esempio svolgere delle videoconferenze.Nonostante le soluzioni all'avanguardia per il tempo, il progetto fu definitivamente cancellato, senza mai essere commercializzato, nel 1997 quando Jobs tornò all'interno dell'azienda. Secondo quanto riportato da Bonhams, Jobs avrebbe ritenuto il livello tecnologico disponibile all'epoca come non sufficiente per offrire un'esperienza d'uso soddisfacente. Resta però interessante notare come alcune idee espresse da prototipi come quello dell'Apple Video Pad 2, sarebbero poi tornate dieci anni dopo con l'iPhone e successivamente ancora con l'iPad.


Il TOP di gamma più piccolo? Samsung Galaxy S21, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 699 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE



Sannioportale.it