• VENERDÌ 10 LUGLIO 2020 - S. Felicita martire

Open Fiber e TIM: è guerra in tribunale, chiesti risarcimenti miliardari

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Hdblog.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


E' scontro tra Open Fiber e TIM, un botta e risposta che si svolgerà nelle aule dei tribunali con due distinte azioni legali. Nella prima è Open Fiber ad agire: l'operatore italiano impegnato nel settore della banda larga ha chiesto un risarcimento danni per 1,5 miliardi di euro nella causa attivata contro TIM presso il tribunale di Milano. Il procedimento giudiziario è legato alla decisione dell'Antitrust che a marzo scorso ha disposto una multa da 116 milioni di euro a carico di TIM per abuso di posizione dominante. L'Antitrust ha ritenuto TIM responsabile di aver posto in essere una strategia anticoncorrenziale per ostacolare l'ingresso di aziende concorrenti nel mercato della banda ultra larga - in particolare nelle cosiddette aree bianche/a fallimento di mercato. L'amministratrice delegata di Open Fiber, Elisabetta Ripa, aveva preannunciato il ricorso al giudice ordinario e l'anticipazione ha trovato conferma. Secondo una delle fonti contattate da Reuters, la richiesta di risarcimento danni è stata proposta dopo quella decisione. Nella seconda azione legale si ribaltano le parti: è TIM ad agire contro Open Fiber: fonti vicine all'operatore telefonico fanno sapere che le argomentazioni addotte da Open Fiber sono state giudicate risibili e che è pronta la controffensiva con azioni legali per concorrenza sleale. Si parla di una richiesta di risarcimento danni di ammontare equivalente - se non superiore - a quello chiesto da Open Fiber.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Tecnosell a 307 euro oppure da Unieuro a 369 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it