• MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2022 - S. M. Maddalena de' Pazzi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Tuttocalciatori.net a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Fantacalcio, cinque centrocampisti e attaccanti per il girone di ritorno

Con l'inizio del girone di ritorno, comincia di fatto un altro campionato, soprattutto per gli appassionati di fantacalcio. Spesso è accaduto, infatti, che giocatori a lungo «dormienti» nella prima parte di stagione, da gennaio in poi abbiano cambiato marcia, facendo svoltare la stagione ai propri fantallenatori. Il giocatore simbolo di questa trasformazione lo scorso anno fu Simy. Fino al dicembre 2020, il nigeriano mise a segno appena 4 gol. A partire dal 17 gennaio 2021 fino al 16 maggio segnò, invece, 16 gol, facendo la fortuna di tutti i fantallenatori che avevano creduto in lui. Percorso simile fece Vlahovic. Anche il serbo della Fiorentina mise a segno appena 4 gol nella prima parte di stagione per poi siglarne 17 dal 6 gennaio all'8 maggio. Chi potrebbe essere, tra i giocatori che attualmente stanno deludendo, l'erede di Simy e Vlahovic? Vediamolo insieme in questa analisi a cura di Calciomagazine.net, giornale sportivo specializzato in dirette di partite di calcio.   [caption id="attachment_67136" align="aligncenter" width="300"]Fantacalcio, cinque centrocampisti e attaccanti per il girone di ritorno Henrikh Mkhitaryan[/caption]  

Cinque centrocampisti da riscoprire

Grande attesa c'è per la seconda parte di stagione da parte di Zaniolo. Il centrocampista della Roma è stato tra i più deludenti in questo inizio campionato, mettendo insieme un gol, sette ammonizioni ed un'espulsione in 16 incontri. Ora, con il cambio di modulo da parte di Mourinho che lo avvicina maggiormente alla porta e una miglior forma fisica, in molti si attendono che possa tornare il giocatore devastante visto prima dell'infortunio. Una delle maggiori delusioni tra i centrocampisti nella prima parte di stagione è stata senza dubbio Soriano. Il centrocampista del Bologna ci aveva abituato bene gli anni scorsi, invece, in questa stagione, sembra involuto. Zero gol, appena due assist, ma, soprattutto, 3 gialli e due espulsioni. Un'involuzione francamente inattesa per un giocatore che Mihajlovic continua a schierare sempre. Nel girone di ritorno si attende dunque una svolta nella sua fin qui anonima stagione. Timidi segnali li ha già dati. Ora, però, si attendono quei gol che un centrocampista con le sue qualità ha nelle corde. Anche Mkhitaryan è decisamente indietro rispetto allo score cui ci aveva abituato in queste stagioni. L'armeno con la Juventus ha segnato il suo terzo gol in campionato. Numeri che non sono in linea con le potenzialità dell'ex Arsenal. Mkhitaryan paga anche una diversa collocazione tattica rispetto alle precedenti stagioni, ma è chiaro che da lui ci si attende di più. Vale per lui lo stesso discorso fatto per Zaniolo. Il nuovo modulo potrebbe finire per favorirlo e dare ai fantallenatori un'arma in più per la seconda parte di stagione. A gennaio potrebbe tornare a far sognare anche Brahim Diaz. Lo spagnolo era partito fortissimo a inizio stagione, poi si è preso il Covid e da lì in poi ha fatto molta fatica. Le ultime prove però sono state incoraggianti. Ci si aspetta che nella seconda parte di stagione migliori il suo score attuale di tre gol e tre assist. I fantallenatori che hanno puntato su di lui a inizio stagione sono parecchi. Lo stesso Milan gli ha consegnato la maglia numero 10, sicuro delle sue doti. Ora lo spagnolo deve fare l'atteso salto di qualità. Infine, c'è un giocatore che da gennaio in poi potrebbe esplodere a dispetto delle voci di mercato e dell'impiego a singhiozzo avuto fin qui. Parliamo di Kulusevski. L'infortunio di Chiesa ha rilanciato le quotazioni dello svedese che sembrava destinato a lasciare Torino. Nella seconda parte di stagione, Kulusevski potrebbe avere molto più spazio rispetto a quanto avuto nella prima parte e dimostrare finalmente quelle qualità che finora sono state mostrate a singhiozzo in bianconero. In parecchi sono pronti a scommettere su una sua ottima parte di seconda stagione. Il gol con la Roma potrebbe essere il segnale della svolta tanto attesa.  

Cinque attaccanti da riscoprire

Il primo candidato a «spaccare» nel girone di ritorno è Luis Muriel. Il colombiano ha avuto parecchi problemi fisici che ne hanno condizionato il rendimento nella prima parte di stagione, ma a gennaio è partito con il botto, segnando tre reti tra campionato e Coppa Italia. ? possibile che in questa seconda parte di stagione abbia più spazio e che torni quello devastante visto negli ultimi due anni. Muriel fin qui ha fatto disperare parecchi fantallenatori, ma sono in molti a credere in un suo pronto riscatto a gennaio. La variabile impazzita di questo 2022 potrebbe essere rappresentata, però, da un giocatore che era partito bene e poi è stato fermato da un tremendo infortunio e dal Covid. Parliamo di Victor Osimhen. Il nigeriano, prima di andare ko contro l'Inter di gol ne aveva messi a segno 5 in 11 gare. Ora, dopo aver saltato anche la Coppa d'Africa, sembra pronto a tornare in campo a fine gennaio. Sono tanti i fantallenatori che hanno puntato su di lui in estate e che lo attendono con ansia. Anche Spalletti non vede l'ora di riaverlo a disposizione perchè, dopo il suo infortunio, il Napoli ha perso colpi. Ad agosto tutti pensavano che il nigeriano avrebbe segnato almeno 20 gol. Ora sta a lui dimostrare che non si sbagliavano. Un altro attaccante del Napoli che deve dare delle risposte è Insigne. Il capitano del Napoli ha segnato 4 gol e fatto registrare 4 assist fin qui, fallendo però, anche tre rigori. Si attende ancora il primo gol su azione per un giocatore che lo scorso anno mise a segno 19 reti. A fine stagione, Insigne, lascerà il Napoli e si trasferirà in Canada, ma è lecito attendersi che da qui a fine anno darà il massimo per la propria squadra. I fantallenatori lo attendono con ansia. Tra gli attaccanti chiamati a dare una svolta ad una stagione deludente non può mancare Caputo. Ormai è chiaro che la Sampdoria ha designato lui come titolare, a discapito di Quagliarella. Tuttavia, gli appena 4 gol e 4 assist messi a segno fin qui sono troppo pochi per un attaccante che in serie A ci ha abituato ad altri numeri. Ciccio è chiamato quantomeno ad avvicinarsi ai 15 gol da qui a fine stagione per non essere considerato già «bollito» e ripagare la fiducia di tanti che lo hanno in squadra.. Infine, un pensiero deve andare per forza al già citato Simy. La Salernitana ha investito tanto su di lui in estate, ma fin qui l'attaccante ha messo a segno appena un gol e un assist. Impossibile che ripeta i 20 gol della scorsa stagione, ma a 10 il nigeriano può arrivare. Molti fantallenatori gli hanno dato fiducia anche in questa stagione dopo l'exploit a Crotone e che abbia i numeri per poter fare la differenza. L'arrivo della nuova proprietà e i possibili rinforzi potrebbero dare una mano a Simy per tornare il bomber che lo scorso anno fece sognare.
Testi ed immagini Copyright Tuttocalciatori.net



Sannioportale.it