• VENERDÌ 4 DICEMBRE 2020 - S. Barbara vergine

Karate, la Seishinkan conquista 14 medaglie a Montenero di Bisaccia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ntr24.tv e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Prima e delicatissima gara della stagione 2016 per la Seishinkan. La competizione, organizzata dalla Confederazione Italiana Karate, valida per la qualificazione ai campionati Italiani che si terranno ad Ancona nel mese di aprile, è andata in scena in terra molisana, presso il locale palasport di Montenero di Bisaccia (CB) e ha visto ancora una volta protagonista la società beneventana della Seishinkan, guidata dal Maestro Alfredo Testa.

Altissimo il numero di atleti provenienti dal sud Italia, ben 977, per una gara che qualificava agli italiani i primi tre medagliati di ogni categoria. La squadra guidata dal Maestro Testa, con i coach Luca Scanniello, Luisa Milone e Vincenzo D’Antuono, era composta da venti atleti ed ha conquistato 7 ori, 3 argenti e 4 bronzi, risultando ancora una volta tra le protagoniste del panorama sportivo nazionale, così come accade da circa quindici anni, segno evidente di una tradizione consolidata e fondata su un solido progetto.
Oro per Guido Scarinzi. L’atleta di Foglianise, conquista il primo posto con combattimenti di elevatissimo valore tecnico e agonistico, in pratica polverizza una categoria comunque non facile, meritando il titolo di migliore alteta del gruppo Seishinkan. Nella categoria di appartenenza, la juniores -75 kg, folta e con atleti di grande spessore, Scarinzi si impone e si avvicina alla conquista di un posto in nazionale, che lo vedrebbe protagonista per il quinto anno consecutivo.

Ancora una vittoria per Dario Bufardeci. L’atleta di Benevento, si impone su tutti con grande personalità, restando concentrato e dimostrando il proprio valore in ogni fase della gara, poche le sbavature in una categoria senior -75 kg, che non consente errori dato il livello elevato dei partecipanti. Anche per lui si aprono le porte della nazionale che lo ha visto spesso protagonista indiscusso, indimenticabile il campionato del Mondo vinto tra gli junior in Brasile nel 2010.

Oro anche per il foglianisaro Manuel Baldini, atleta che sta finalmente trovando convinzione nei propri mezzi, grazie anche al magnifico bronzo ai mondiali di categoria, conquistato a Maribor (Slovenia), nello scorso novembre. Per lui, primo posto nella categoria -80 kg juniores.

Oro e buona prestazione anche per Cosimo Savoia, atleta esperto di Cautano, non si fa sorprendere nella categoria -60 kg e vince imponendosi con autorità.

Vittoria a sorpresa per Luca Zollo, atleta di Benevento alla sua prima esperienza (dopo una lunga trafila tra le cinture colorate) tra gli agonisti. Nella complicata ed affollata categoria senior -70 kg, si fa spazio e vince battendo atleti esperti ed ambiziosi, con combattimenti entusiasmanti e travolgenti. Per lui si preannuncia un futuro roseo.

Vincono l’oro anche due giovanissimi atleti della seishinkan: il beneventano Mattyas Mastrobuoni, già campione italiano di categoria, non lascia spazio a nessuno e dimostra di essere sempre il più forte; l’altro giovane atleta Sannita, Angelo Mercuri, originario di Pago Veiano, ritrova finalmente condizione, lucidità e convinzione, quanto necessario per vincere in una categoria numerosa e ricca di validi atleti. Oro meritatissimo!

Anche Gianluca Maio, atleta di Castelpoto campione del Mondo cadetti 2015 in Slovenia, sbaraglia la concorrenza nella propria categoria con combattimenti attenti e ben gestiti. Fra gli junior -60 kg, fallisce l’obiettivo dell’oro perché arriva alla finale dolorante, causa un infortunio alla spalla che non gli sta dando tregua e che si è acutizzato dopo aver combattuto la semifinale, un vero peccato.

Ottime medaglie d’argento anche per Marco Paolillo e Attilio Rocca, bravissimi atleti di San Leucio del Sannio, rispettivamente nelle categorie juniores -70 kg e -65 kg. Entrambi hanno pagato dazio per l’ultimo periodo di allenamento effettuato in modo incostante.

Stesso discorso anche per il campione d’Europa IKU, il giovane pontese Elia Calabrese. Nella categoria junior -65 kg, affollata di atleti bravi ed agguerriti, stenta a trovare la giusta condizione mentale degli europei londinesi 2014 e deve accontentarsi del bronzo.

Per lui, ampi margini di miglioramento, sicuramente tornerà a imporre la sua legge. Altri bronzi sono arrivati da Erica Marino, nei senior -55 kg, ha dato il massimo in una categoria composta da atlete molto esperte. Ancora da Federico Fusco, apparso al di sotto delle sue potenzialità ma comunque sempre sul podio fra i senior -70 kg, ed infine dal bravo Nicolas Barone, atleta beneventano in forte crescita che, tra gli junior -70 kg, risulta essere tra i più forti e determinati, ottimo risultato per un ragazzo volenteroso e motivato.

Una citazione particolare per Alessandro Lamparelli, Vincenzo De Biase, Simone Altieri, Christian Orlacchio, Francesco Ciotta e Antonio D’Ambrosio. Alcuni di loro sono stati fermati dagli stessi compagni di squadra che condividevano la medesima categoria, altri da qualche disattenzione arbitrale oltre alla poca esperienza di pratica in gare di tale levatura.

La squadra sannita del Direttore Tecnico Alfredo Testa, sarà subito impegnata a Cervinara, dove si disputeranno i campionati regionali. Nel mese successivo, trasferta a Pontedera (PI), per la seconda gara di qualificazione ai Campionati italiani, dove si prevede la partecipazione di almeno dieci atleti sanniti.



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it