• GIOVEDÌ 6 AGOSTO 2020 - Trasfigurazione del Signore

Decreto Rilancio, mille lavoratori irpini attendono ammortizzatori sociali

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Lanostravoce.info e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Decreto Rilancio, mille lavoratori irpini delle piccole e medie imprese attendono gli ammortizzatori sociali: trasferire subito delle risorse a Fsba; dopo l’avvio del Decreto Rilancio, la situazione del comparto artigiano si fa di giorno in giorno sempre più preoccupante. Osserva  Carmine De Maio, delegato unitario di bacino per la Cgil – Fondo artigiano delle province di Avellino e Salerno. Con l’approvazione del D.L. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) è stata estesa la platea dei lavoratori interessati dagli ammortizzatori sociali e la durata massima dei trattamenti di integrazione salariale previsti per l’emergenza COVID-19. In Italia, oltre 700.000 dipendenti di piccole e piccolissime imprese attendono ancora un ammortizzatore sociale a copertura totale dei mesi di aprile e maggio. E in Campania ce ne sono 9000, dei quali 1000 in provincia di Avellino. Si tratta di aziende con oltre 25000  lavoratori e lavoratrici che attendono ancora la cassa integrazione di aprile, maggio e giugno. Una situazione non più sostenibile per tante famiglie che sono allo stremo. È necessario che il governo nazionale trasferisca celermente le risorse stanziate dal Dl Rilancio al Fondo di solidarietà bilaterale per l’artigianato (Fsba) per consentire a quest’ultimo di garantire le prestazioni dovute ai lavoratori. Il comparto artigiano è strategico per il Paese e il sostegno all’occupazione deve essere garantito appieno fino alla auspicabile prossima ripresa dell’attività produttiva altrimenti si rischia di perdere interi pezzi di filiere. L'articolo Decreto Rilancio, mille lavoratori irpini attendono ammortizzatori sociali sembra essere il primo su LaNostraVoce - Giornale on line di Alfonso Lucio Festa.



Macrolibrarsi
Sannioportale.it