• LUNEDÌ 24 GENNAIO 2022 - S. Feliciano vescovo

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Skuola.net a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Green pass sui mezzi pubblici: no vax si organizzano con bici e carpooling

novax organizzano car pooling

In vista dell’applicazione delle nuove restrizioni che introdurranno il Green Pass sui mezzi pubblici, i no-vax corrono ai ripari escogitando metodi alternativi di spostamento per le città. Così, per sopperire all’incombente disagio cui andranno incontro, si stanno organizzando, a Roma ma non solo, con forme di car pooling: una sorta di servizio taxi dal basso. E Telegram è, ancora una volta, l’approdo di centinaia di persone contrarie al Green Pass, ma anche alla vaccinazione, che si riuniscono nei canali dedicati allo spostamento, città per città.

    Leggi anche:
  • Variante Omicron e vaccini, funzionano? Cosa sappiamo
  • Boom di scuole clandestine no-vax nei boschi in Alto Adige
  • Scuola e quarantene, si torna di nuovo alle regole di novembre: sconcerto dei presidi

Il canale Telegram dei trasporti no-vax

"Ci siamo tutti svegliati in un mondo in cui la tonalità di grigio sta diventando sempre più scura”, è quanto si legge nel messaggio fissato in alto nel canale MVA Trasporti, che conta più di 13mila utenti. Lo scopo? Creare una rete di trasporti alternativa, per i non vaccinati, completamente gratuita e fondata sulla solidarietà: “E come sempre a causa dell’ennesimo decreto del Governo, che ha creato ulteriori disagi e discriminazioni per chi non è vaccinato e non intende farlo. Così ora tra le nostre priorità se ne sono aggiunte altre, la cui principale è quella dei trasporti pubblici, visto che dal 6 dicembre in poi, non si potrà più utilizzare il servizio di trasporto pubblico senza dover esibire il green pass ossia senza dover effettuare un tampone. L’obbiettivo è organizzare trasporti solidali verso qualsiasi luogo di studio o di lavoro, visite mediche etc… Non sono servizi a pagamentosi legge nel canale.

E c'è chi invoca l'uso della bici

Ma come funziona questa nuova soluzione? Cliccate nei commenti e vedete se c’è qualcuno che va nello stesso posto e contattatelo in privato. Nel caso non ci fosse nessuno, vedete se c’è qualcuno che per arrivare alla stessa destinazione passa, vicino in privato per chiedergli se ha posti liberi per raccogliervi. Si può anche offrire un passaggio, scegliendo il post di destinazione, indicando orario e località della partenza e se possibile anche del ritorno”, queste le istruzioni disponibili nei vari canali. In ogni grande città si registra almeno uno di questi canali Telegram: Parma, Venezia, Varese, Vicenza, e Pistoia, ma non solo. Roma può addirittura contare un canale per ogni municipio, e spesso si parla anche di bici come modalità di trasporto alternativa.
Testi ed immagini Copyright Skuola.net



Sannioportale.it