• MARTEDÌ 22 SETTEMBRE 2020 - S. Maurizio martire

Primo Piano - Documentazione scientifica: il contributo dell’ISS per la ricerca, la produzione e la diffusione di una informazione di qualità

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Istituto Superiore di Sanità e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


ISS 18 giugno 2015

L’Istituto Superiore di Sanità sostiene da sempre, a favore dell’attività di ricerca, l’importanza della produzione di informazione di qualità, dell’accesso all’informazione scientifica e della valutazione dei risultati della ricerca. Inoltre, acquisire nuove competenze su strumenti e risorse della documentazione scientifica e aggiornare le metodologie di recupero e condivisione dell’informazione contribuiscono, da parte dei professionisti della salute, a elevare gli standard delle prestazioni sanitarie.

Di questo si parlerà il 18 giugno, durante il convegno La documentazione scientifica per le professioni della salute, organizzato dall’Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico (AICA) e dall’Associazione Bibliotecari Documentalisti Sanità (BDS).

Lo scopo della Giornata è sottolineare il concetto che le informazioni di qualità, aggiornate e basate su prove scientifiche, garantiscono appropriatezza nelle cure e risparmi nella gestione della spesa sanitaria.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS), che ha collaborato alla realizzazione dell’evento insieme all’Istituto Regina Elena per lo studio e la cura dei tumori e alla Rete delle biblioteche dei centri di ricerca biomedici vigilati dal Ministero della Salute (Bibliosan), ha dato un apporto significativo su alcuni temi principali:

- la diffusione dei contenuti ad accesso aperto, attraverso la pubblicazione in riviste liberamente accessibili in rete e il deposito di documenti a testo completo negli archivi digitali aperti ;

- le strategie di produzione e disseminazione dell’informazione e le iniziative di formazione in scrittura scientifica attuate dall’ISS per veicolare i risultati della ricerca in salute pubblica prodotta dall’Ente;

- le problematiche informative legate alla produzione di documentazione basata sulle prove di efficacia (EBM, Evidence-Based Medicine), a garanzia dell’appropriatezza degli interventi terapeutici;

- la rilevazione della qualità della ricerca scientifica attraverso l’utilizzo complementare di metodi quantitativi e qualitativi, di tipo tradizionale e innovativo;

- l’adozione di standard internazionali di identificazione univoca delle pubblicazioni in rete, per un puntuale recupero dell’informazione bibliografica nelle basi di dati citazionali.



Sannioportale.it