• MERCOLEDÌ 8 DICEMBRE 2021 - Immacolata Concezione

Norvegia: Spigarelli (Fitarco), 'arco da caccia in Italia è equiparato a fucile ad un colpo'

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Adnkronos.com e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


"L'idea che mi sono fatto leggendo quanto scritto è che non può che trattarsi che di un attrezzo da caccia, con punte da caccia, che nulla ha a che fare con il tiro sportivo, e che probabilmente si possa trattare di un arco compound con le carrucole. Per fare delle vittime sono state usate punte da caccia che non sono di certo quelle usate per il compound o nell'arco olimpico e nella pratica sportiva. Una freccia con una punta normale sicuramente non uccide a meno che non colpisce un punto vitale". E' l'opinione espressa da Sante Spigarelli, Vicepresidente Fitarco e Coordinatore Tecnico della Nazionale Olimpica di tiro con l'arco, nonché costruttore di archi sportivi, all'Adnkronos, su quanto avvenuto in Norvegia dove un uomo di 37 anni danese ha ucciso 5 persone con arco e frecce, ferendone altre due, a Kongsberg, a 70 chilometri a sud di Oslo, seminando il panico tra la popolazione. In Italia i requisiti di sicurezza per l'attività arcieristica sportiva sono a dir poco ferrei. Le Società Fitarco non permettono di far svolgere nemmeno attività ludica se non ci sono tutti i requisiti di sicurezza e quanto accaduto in Norvegia qui non si è mai verificato.



Sannioportale.it