• VENERDÌ 27 NOVEMBRE 2020 - S. Valeriano vescovo

Comunali 2016, l'ex city manager Boccalone dice no a Palazzo Mosti: "Ho staccato da tempo la spina dalla politica"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ntr24.tv e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


GUARDA VIDEO L''uomo del centrodestra a guida del rinnovamento della città di Benevento, secondo quanto dichiarato dal presidente di MezzogiornoNazionale, Pasquale Viespoli, nell''incontro con la stampa di lunedì scorso potrebbe essere l''ex city manager ed ex direttore generale dell''azienda ospedaliera “Rummo”, Nicola Boccalone.

Ma Viespoli ha anche citato il nome dell''attuale consigliere TèL a Palazzo Mosti, Nazzareno Orlando e paventata la papabilità a Palazzo Mosti di un homo novus, semmai proveniente dal mondo professionale.

Questo almeno stando nell''area delle ipotesi, ancora tutte da verificare e soprattutto da sostenere da parte dei direttamente interessati dal coinvolgimento a distanza fatto dall''ex sindaco beneventano.

Un invito alla partecipazione, dunque, che deve essere vagliato dagli stessi invitati.

Ma per l''avvocato 55enne Boccalone, contattato telefonicamente da Ntr24, “non c''è spazio in questo momento per l''attività politica”, considerato che dal 7 gennaio scorso è impegnato sul territorio irpino in qualità di amministratore generale della società Irpiniambiente, la società provinciale per la gestione e lo smaltimento e dei rifiuti in Irpinia.

“Ringrazio Viespoli per avermi menzionato – ha detto - ma da tempo ho staccato la spina dalle vicende politiche e sono professionalmente impegnato in territorio diversi e in un ambito completamente diverso, che pur mi attrae e mi assorbe moltissimo”

Se da un lato, infatti, Viespoli ha sostenuto la necessità di costruire un dibattito aperto finalizzato a trovare convergenza nell''area di centrodestra su un''idea di città in alternativa a quella costruita in dieci anni di centrosinistra e alla proposta politica avanzata dal Pd, fondata, secondo il presidente di MezzogiornoNazionale su una continuità trasformistica e sulla formulazione di liste che altro non sarebbero che appendici clientelari, dall''altro ha avanzato l''opportunità di essere facilitatori del nuovo corso a Palazzo Mosti.

Quella di Boccalone sarebbe “una disponibilità alla comunità non in chiave partitica per ricostruire il rapporto tra cittadini e istituzioni”.

Le dichiarazioni nel servizio video



Sannioportale.it