• LUNEDÌ 10 MAGGIO 2021 - S. Isidoro agricoltore

Cosa vedere a Verbania, sul Lago Maggiore

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Siviaggia.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


La bella città di Verbania sorge sulle sponde settentrionali del lago Maggiore, dal cui toponimo latino, lago verbanus, ha origine proprio il suo nome. Sebbene l’urbanizzazione degli ultimi decenni ha ormai cancellato gli originari conglomerati urbani, Verbania nasce in realtà dall’unione di quattro distinti e antichi centri (Suna, Pallanza e Intra), disposti al di qua e al di là del fiume Toce, le cui acque sfociano sul lago antistante. Intra e Pallanza rappresentano senza dubbio i nuclei più antichi dell’area, attestati sin dall’XI secolo, quando il territorio era di proprietà dei vescovi di Novara per poi passare nell’orbita di Federico Barbarossa. Le due località del lago Maggiore sono poi aspramente contese da Novara e Vercelli fino al XIV secolo, quando entrano a far parte del ducato di Milano. Tra Settecento e Ottocento, dopo l’invasione napoleonica, è dominio dei Savoia fino all’unità d’Italia. Risale al 1939 la fusione dei due comuni di Intra e Pallanza in Verbania e al 1992 la creazione definitiva dell’attuale provincia del Verbano-Cusio-Ossola, con sede nella stessa Verbania. Con i suoi rigogliosi parchi e giardini, nonché ville e altre eleganti testimonianze storiche, Verbania è conosciuta oggi con il nome di “Giardino del lago Maggiore”, una meta straordinariamente piacevole e ideale per tutti coloro che sono alla ricerca di un angolo incantato sulle suggestive rive del lago Maggiore. Sin dall’Ottocento la cittadina fiorita di Verbania diventa elegante e privilegiata meta per l’élite culturale di tutta Europa, grazie anche alla meravigliosa vista che da qui si apre verso sud incorniciando con estrema grazia e bellezza le isole Borromee e i loro palazzi e giardini incantati. In questo periodo, e poi nel Novecento, il profilo della città si arricchisce di splendide residenze di villeggiatura create dalla nobiltà e dall’alta borghesia, ancora oggi esistenti e visitabili. Vediamo ora nello specifico i luoghi d’interesse assolutamente da non perdere per il vostro piacevole weekend a Verbania. Verbania e i giardini botanici di villa Taranto Fiore all’occhiello di qualsiasi itinerario ...



Sannioportale.it