• SABATO 23 GENNAIO 2021 - S. Messalina vergine

"Viviamo tra muffe e umidità da 24 anni"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento.  “Sono 24 anni che la mia famiglia vive in ambienti umidi e fatiscenti che incidono notevolmente sulla nostra qualità di vita. Nei mesi invernali, per non indossare vestiti bagnati dall'umidità siamo costretti ad asciugarli con un asciugacapelli. Le pareti sono annerite a causa della muffa. E’ una situazione degradante e triste che prosegue nell’indifferenza di chi dovrebbe porvi rimedio in virtù di una sentenza e di un naturale senso di civiltà”. È la difficile situazione rappresentata da Pasquale che dal 1991, nonostante le sue, quelle della moglie e di un figlio, precarie condizioni di salute, è costretto a vivere in un'abitazione Iacp al quartiere Capodimonte invasa dall'umidità. Una situazione finita al centro di un processo al termine del quale un giudice, nel 2012, aveva intimato all'Istituto autonomo case popolari di Benevento di pagare una multa in favore della famiglia e di avviare immediatamente i lavori che avrebbero dovuto sanare la difficile situazione strutturale dell'appartamento. Ebbene, la sentenza non è stata rispettata nonostante Pasquale abbia anche rappresentato la difficile situazione all'ormai ex commissario Iacp “che si era dimostrato incredulo per l'accaduto ed aveva assicurato un veloce intervento dei tecnici dell'ente proprietario delle abitazioni. “Siamo stanchi – confessa Pasquale - , mio figlio è allergico alla polvere e alle muffe. Non riusciamo più a vivere in questa casa. E tutto questo – conclude amareggiato – dopo una sentenza di un Tribunale e dopo l'esecutività della stessa”.   Al.Fa



Macrolibrarsi
Sannioportale.it