• LUNEDÌ 21 SETTEMBRE 2020 - S. Matteo apostolo

Vertenza Cedisa – La Quiete, verifiche dalla Procura?

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Salerno.  Un incontro di circa due ore, con il procuratore Lembo che ha ascoltato con attenzione i delegati della Cigil-Fp. Il segretario generale Angelo De Angelis e il coordinatore sanità accreditata Angelo Di Giacomo, hanno relazionato su tutti gli aspetti della delicata vertenza sui mancati pagamenti delle mensilità agli oltre 100 dipendenti delle due strutture sanitarie private. I due rappresentanti sindacali hanno chiesto al procuratore della Repubblica se vi possano essere gli estremi per azioni penali o amministrative da perseguire in questa vicenda. Tutte le rimesse delle due strutture sanitarie, infatti, sarebbero bloccate per un debito vantato dall’Erario, per corresponsioni fiscali che la proprietà non ha versato nei giorni scorsi. Da parte del procuratore Lembo c’è stata tutta l’assicurazione oltre l’attenzione sull’esposizione dei fatti dell’intera vicenda. Allo stesso tempo si è riservato la possibilità di una verifica sull’intera vicenda. Non senza aver affermato che un intervento della Procura sarà possibile soltanto qualora possa essere riscontrati rilievi penali nell’intera vicenda. “Siamo fiduciosi dopo questo interessante colloquio con il procuratore Lembo. – ha affermato il segretario De Angelis – Certo, la vertenza non né di facile soluzione ed è impensabile che i lavoratori si vedano bloccati gli stipendi per colpe non proprie. Stiamo parlando di mensilità di un intero anno, con le famiglie degli operatori delle due strutture sanitario che sono allo stremo delle forze”. Nel frattempo, continua lo stato d’agitazione da parte dei dipendenti nelle due strutture sanitarie.   Antonio Roma



Macrolibrarsi
Sannioportale.it