• GIOVEDÌ 22 APRILE 2021 - S. Giacomo martire

Torrecuso - Guardia: scontro tra sindaci per la...piazzola

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Torrecuso.  In merito alla dichiarazione rilasciata dal sindaco di Guardia Sanframondi, Floriano Panza, che annuncia la pulizia della piazzola di sosta sulla superstrada Benevento-Caianello, che insiste nel territorio del Comune di Torrecuso, interviene il sindaco Erasmo Cutillo: “Apprendo a mezzo stampa e con sorpresa la notizia relativa all'abbandono di rifiuti sulla piazzola di sosta - lungo la statale 372, in agro torrecusano – in prossimità dello svincolo Ponte-Torrecuso. Problematica annosa e di difficile soluzione. La sorpresa però non è tanto relativa all'abbandono criminoso ed ignoto di rifiuti, quanto alla frettolosa speculazione mediatica da parte del sindaco di Guardia Sanframondi che nasce da una assoluta disinformazione delle iniziative già in corso, tra Anas e Comune di Torrecuso. Infatti oltre alle numerose comunicazioni intercorse debitamente documentate e protocollate, pochi giorni fa c'è stato presso il Comune di Torrecuso un tavolo tecnico con l'Anas che si è concluso con la decisione di provvedere in settimana alla bonifica della piazzola con l'utilizzo congiunto di personale, mezzi e risorse . E' il caso di chiarire che la tutela dell'ambiente e del sistema paesaggistico va visto a trecentosessanta gradi ed è in testa ad enti pubblici e privati quale è l'Anas, che dovrebbe provvedere alla cura e alla pulizia della strada e delle sue pertinenze, così come la normativa in oggetto richiede. E' solo quindi in virtù della responsabilità e della sensibilità del Comune di Torrecuso verso le suddette problematiche, che seppur non tenuto, da tempo ha provveduto sistematicamente e non in via occasionale alla pulizia e al decoro dell'area, suggerendo e sollecitando l'Anas di dotare la piazzola di dispositivi di sorveglianza idonei a scongiurarne l'uso selvaggio ed indiscriminato, favorendone, nel contempo, quello civile e rispettoso dell'ambiente. Quanto esposto è stata una precisazione doverosa, oltre che un reclamo, per ribadire che il Comune di Torrecuso ed i suoi cittadini sono sempre stati e sempre saranno rispettosi dell'ambiente così come testimoniano le numerose iniziative intraprese per la tutela del paesaggio, particolarmente vocato alla produzione vitivinicola di qualità, oggettivamente riconosciuta. Concludo manifestando fattiva collaborazione per il progetto che accomuna Guardia Sanframondi, Torrecuso ed altri Comuni per fare in modo che l'abbandono di rifiuti lungo la Telesina resti un episodio isolato in modo da allontanare qualsiasi macchia che possa turbare il candido percorso di riconoscimento di Patrimonio Immateriale Unesco”. Redazione



Sannioportale.it