• VENERDÌ 18 SETTEMBRE 2020 - S. Irene vergine

Taurano, Bianco: "Pronti a giocare anche a porte chiuse"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Si conoscerà nella giornata di domani lo stadio in cui si giocherà la finalissima regionale tra Taurano e Centro Storico Salerno, valevole per un posto nel prossimo campionato di Promozione. A tal riguardo il presidente Raffaele Bianco dichiara: “Faremo tutti il possibile per disputare la gara nel nostro stadio a Taurano, anche a porte chiuse. Purtroppo dopo la gara, giocata a Mugnano del Cardinale, con il Montella si è creato questo precedente e non è sicuro che si giochi in casa nostra.” Qualora il “Graziano” di Taurano venisse bocciato, si paventa l’ipotesi dello stadio comunale di Nola vista l’incerta disponibilità del “Santa Filomena” di Mugnano, in cui ci sono squadre impegnate nei play off di Terza Categoria. Per quanto riguarda la sfida con il Centro Storico Salerno, la slittamento di una settimana non è stato positivo per il Taurano che si è ritrovato con qualche calciatore in più in infermeria. “Purtroppo - afferma il presidente - questa in queste settimane sono iniziati anche i vari tornei di calcetto nei paesi dintorni e purtroppo abbiamo perso Ferentino che a causa di un infortunio si è dovuto ingessare una gamba e non sarà quindi dell’incontro, oltre allo squalificato De Lucia. Altri giocatori che sono a rischio sono Iovino, che oggi si sottoporrà a una risonanza magnetica, e il nostro bomber Attilio Sepe. Infine sul prossimo avversario Centro Storico Salerno il presidente dichiara: “Ho sentito molto parlare bene di loro, sarà una gara difficile. Spero di poterla chiudere nei novanta minuti anche perché dopo una stagione del genere la condizione non può essere perfetta." Raffaele Buonavita



Sannioportale.it