Tari e parcheggi, 300 commercianti strigliano Aliberti

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Scafati.  Tassa sui rifiuti, commercianti di Scafati in rivolta: parte la raccolta firme. La petizione mira a dire di no all’aumento del 25% della tassa sulla Tari, ma riguarda anche la questione parcheggi. La Consulta dei Commercianti di Scafati, dopo il silenzio polemico assunto con l’ultima ondata di maltempo che ha messo in ginocchio diversi operatori economici della città, passa all’attacco e chiede il conto all’amministrazione guidata da Pasquale Aliberti. Sono già 300 le sottoscrizioni raccolte, con l’inizio scattato nella giornata di venerdì, seppur non pubblicizzata, la raccolta firme, promossa dall’organismo guidato da Patrizia Pesacane, sue due questioni al centro del dibattito negli ultimi mesi.  Un’iniziativa indirizzata all’amministrazione comunale di Scafati e, in particolare, all’assessore al Bilancio, Diego Chirico, e all’Acse, società partecipata dell’ente di Palazzo Mayer e che gestisce il servizio rifiuti in città.   Redazione Sa
   



Macrolibrarsi
Sannioportale.it