• GIOVEDÌ 21 GENNAIO 2021 - S. Agnese vergine

Sos sport: tra vecchie strutture allagate e campi distrutti

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  Strutture sportive vetuste o malmesse, assegnazioni discusse, una politica insensibile allo sviluppo dei più giovani: ecco alcuni elementi che tratteggiano lo stato dell’universo sportivo ad Avellino. Il nostro viaggio in questo mondo, inizia fra alcune strutture pubbliche della città destinate alle attività sportive. CAMPO CONI: Quella che dovrebbe rappresentare un perno delle attività sportive nel capoluogo, presenta da tempo gli stessi problemi: una tendostruttura parzialmente inagibile, spesso forata, le porte di vetro distrutte, un ampliamento delle tribune mai terminato, la prima corsia di atletica leggera pericolosa, a causa dei mancati interventi di messa in sicurezza. Senza contare gli interni dello stabile sempre esposti ad infiltrazioni. PARCO PALATUCCI: Dovrebbe rappresentare un centro sportivo d’avanguardia grazie alle strutture sportive e il parco-giochi destinato ai più piccoli, senza contare la pista di pattinaggio, eccellenza conclamata. E’ invece un gigante dormiente esposto a vandalismi di ogni genere. Gli spogliatoi, abitazioni per senza tetto, teatro di episodi di cronocaca recenti, dai tentativi di stupro allo spaccio fra i più giovani. I campetti distrutti.( Continua su OttopagineNew. Scaricala gratis per android) Andrea Fantucchio   



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it