«Sono vivo per miracolo: il fango mi ha travolto»

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento.  «Un secondo, un solo secondo e ora sarei morto sotto un mare di fango»: non riesce a raccontarla davanti alle telecamere un uomo di Cretarossa, ancora in stato di shock. Investito da una frana in piena notte, e sbalzato in una cunetta con la sua auto. Occhi bassi, che guardano nel vuoto, forte ancora la paura...poco più in là una panda ribaltata nella cunetta. L'uomo, ancora vestito da notte la guarda, vivo il terrore negli occhi. «Cos'è successo?»... la voce trema «Se sono qui a raccontarvela è un miracolo...evidentemente doveva andare così, ho avuto fortuna». Prosegue nel racconto, «Stavo tornando, stanotte... c'era un fiume d'acqua sulla carreggiata, ma ero quasi arrivato a casa, mancavano cento metri...e poi non ho capito più nulla. Ho visto una massa nera venire velocissima verso l'auto e poi...e poi più nulla...» Cristiano Vella  L'articolo continua sull'app di Ottopagine 



Macrolibrarsi
Sannioportale.it