• MARTEDÌ 20 APRILE 2021 - S. Agnese da Montepulciano

Sono 14 le campane ai nastri di partenza

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Comincia a delinearsi il quadro delle formazioni campane che il prossimo anno prenderanno parte al torneo di Serie D. Ovviamente tra queste c'è il Torrecuso. Sono ben quattordici le compagini che hanno diritto a partecipare a questo campionato ma questa non è una lista definitiva perchè tante sono le cose che potrebbero accadere sia in termini di fallimento che di ripescaggi. Allo stato attuale ci sono Agropoli, Aversa Normanna, Battipagliese, Cavese, Gelbison, Gragnano, Neapolis, Nerostellati Frattese, Pomigliano, Progreditur Marcianise, Savoia, Sarnese, Torrecuso e Turris, in rigoroso ordine alfabetico. Qualcosa, però, potrebbe cambiare per storie che sono sorte in questi giorni. La prima è legata alla Neapolis, formazione che non dovrebbe prendere parte al campionato perchè il presidente Moxedano, travolto dal filone di calcio scommesse, ha già dichiarato di non voler cedere il titolo ma neanche di volerlo iscrivere. Sarebbe una compagine in meno che abbasserebbe a tredici il numero delle formazione campane di Serie D. Allo stato attuale c'è un sovrannumero di squadre, diventa difficile fare i nove gironi da 18 formazioni ognuno, però questa è una situazione che verrà presa in considerazione più in avanti. Il posto della Neapolis potrebbe prenderlo un'altra compagine campana. Il discorso legato alla fusione tra Sant'Agnello e Sorrento prevede, come condizione necessaria e sufficiente, quella di essere iscritti alla Lega Nazionale Dilettanti e riprendere il posto, almeno per quanto riguarda i sorrentini, appena perso dopo i play out contro la Battipagliese. Non dovrebbe avere grossi problemi il Torrecuso. La famiglia Riullo ha troppa passione per non continuare a sognare in questo campionato. Certo ora tutto è in stand by, ma fra poco comincerà la corsa all'iscrizione e il quadro sarà perfettamente delineato. Fabio Tarallo



Sannioportale.it