• GIOVEDÌ 25 FEBBRAIO 2021 - S. Cesario di Nazianzo

Sistema di potere al Comune, Giordano: Foti smentisca La Verde

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  Conferenza stampa al veleno quella organizzata questa mattina da Sel e Rifondazione Comunista sul rimpasto in giunta al Comune di Avellino. Nella sede di via Dante di Sinistra Ecologia e Libertà i segretari cittadini e provinciali di Rc, Costantino D’Argenio e Tony Della Pia, e il referente locale di Sel Roberto Montefusco che ha fatto gli onori di casa insieme al deputato Giancarlo Giordano. Quest’ultimo, partendo dalle dichiarazioni rilasciate da La Verde su un presunto sistema di potere occulto con base nello stesso Palazzo di Città ha detto: «Foti venga in consiglio o, se ha paura, fissi una conferenza stampa, per smentire, se ne è capace, il suo ex vicesindaco. La Verde ha fatto riferimento ad un sistema di potere descrivendo fatti, personaggi e assunzioni manovrate all’Alto Calore, di cui il sindaco pare sia anche a conoscenza. Se queste accuse sono dettate dalla rabbia del momento allora le scuse pubbliche sono d’obbligo da parte di tutti. Ma se non è così La Verde salga le scale della Procura e faccia denunce circostanziate…». Poi il parlamentare ha preso le distanze anche dalla scelta di Marco Cillo, nuovo assessore alla Trasparenza, di accettare l’incarico: «Non è espressione della nostra lista ed è partito con il piede sbagliato - ha detto - perché non può presumere che ci sia la Camorra al Comune, anche in questo caso senza indicare nomi o situazioni. È un amico ma si è andato ad infilare in un progetto fallimentare per cui gli consiglio tanta prudenza».  Infine, un commento a più ampio raggio: «Più in generale il giudizio di Sel sulla giunta è negativo, sia sui nomi sia sulle modalità di scelta. Dietro il rimpasto c’è una chiara matrice politica perché è evidente che ci sono figure vicine ad Adiglietti, De Luca, Petitto e addirittura si è portati in giunta Arturo Iannaccone. Foti ci spieghi in aula prima perché ha mandato a casa gli altri e poi perché ha scelto questi nuovi assessori. Da tempo sta sostenendo di muoversi - ha concluso Giordano - nell’ottica del rafforzamento dell’azione amministrativa ma sinceramente mi pare poco credibile…» Il segretario di Rc Della Pia ha poi tracciato un quadro a tinte fosche dell’attuale situazione al Comune: «Questa amministrazione - ha detto - dimostra ancora una volta tutta la sua inadeguatezza. Ci sono tante ombre che vanno chiarite e situazioni come quella dell’Isochimica che vanno gestite in maniera differente. Purtroppo questa amministrazione non è capace neanche di far fronte a questioni del genere e la prova plastica di questa inefficienza è la ripetizione dei carotaggi già fatti in passato nell’ex fabbrica dei veleni. Al posto di accelerare i tempi - ha concluso - si accumulano ritardi su ritardi…». Alca



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it