• MARTEDÌ 13 APRILE 2021 - S. Ermenegildo martire

Sidigas, si restringe il campo dei papabili

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Se per le prime trattative bisognerà attendere, probabilmente, la prossima settimana, la Scandone ha quantomeno ridotto il campo dei pretendenti ad un posto nella Avellino che sarà. Dal punto di vista dirigenziale, sono Valerio Spinelli e Jurica Golemac i due nomi, probabilmente gli unici, ad essere sotto la lente d'ingrandimento di patron De Cesare. Tramontate appaiono, almeno per il momento, le ipotesi di vedere nella società irpina Vescovi o Betti. Così come non sarà Sacripanti a sedersi sul legno della Scandone, che non piace al numero uno irpino Gianandrea De Cesare. Moretti, invece, non è mai stato nella lista dei desideri biancoverdi. Lista che, in questo momento, vede un solo nome cerchiato in rosso: quello di Piero Bucchi. Nonostante il raffreddamento della pista successivo alle parole del presidente dell'Enel Brindisi e della Lega Basket, Marino, che ha cercato di blindare il futuro dell'allenatore ex Napoli e Milano, il coach felsineo è il primo obiettivo del patron della Sidigas, Gianandrea De Cesare. Bucchi, infatti, risponderebbe a pieno alle caratteristiche ricercate dalla Scandone per esperienza e affidabilità. Al suo fianco, inoltre, si inserirebbe bene un profilo alla prima esperienza da dirigente come potrebbe essere Valerio Spinelli. Se continua da un lato l'attesa per l'inizio delle trattative, dall'altro la Scandone ha quantomeno sgombrato il campo dei propri desideri, concentrandosi su pochi nomi. Alessio Bonazzi



Sannioportale.it