• LUNEDÌ 21 SETTEMBRE 2020 - S. Matteo apostolo

Sidigas, dieci minuti per riprendere la marcia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  Serviva un successo alla Scandone per dimenticare, almeno in parte, quanto accaduto contro Caserta. Ed un successo è arrivato a Capo d’Orlando, dopo una partita non indimenticabile e nella quale la Sidigas ha aumentato i giri del proprio motore soltanto nell’ultimo quarto (9-26 di parziale, 34 di valutazione su un totale di 76). Avellino doveva ripartire e l’ha fatto, ma in vista del futuro, prossimo o meno, i biancoverdi dovranno far degli ultimi dieci minuti del PalaFantozzi una consuetudine. Perché la Betaland è apparsa come un’avversaria arrendevole e senza mordente e i primi tre quarti in terra sicula non hanno di sicuro entusiasmato, soprattutto chi si attendeva una risposta decisa. Alessio Bonazzi Questo articolo è stato approfondito sull'app: Ottopagine News Clicca qui per scaricare l'app



Sannioportale.it