• SABATO 19 SETTEMBRE 2020 - S. Gennaro vescovo

Sidigas, è necessario un cambio marcia

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Come un centometrista fermo ai blocchi, che deve fare i conti con un giudice di partenza titubante, così la Scandone aspetta lo sparo per dare il via alla propria . Il percocorsarso è chiaro e punta alla scelta di una figura dirigenziale e del nuovo head cooach biancoverde. La Sidigas ha avuto tempo per concentrarsi, scegliere la propria tattica e gli uomini ideali per ricoprire i ruoli scoperti, che corrispondono, almeno nelle preferenze, a Valerio Spinelli e Piero Bucchi. Per giungere ai due ci sarà bisogno di mettersi a tavolino con Scafati e Brindisi per convincere entrambe le società a liberare anzitempo entrambi gli obiettivi irpini. In alternativa i nomi caldi sono quelli di Moretti, Sacripanti e Calvani per la panchina, e quelli di Betti e Vescovi per la dirigenza. Al momento, però, il patron biancoverde, Gianandrea De Cesare non ha ancora dato via ad alcuna trattativa. C'è però da scommetere che lo farà nei prossimi giorni, quando dovrebbe arrivare il momento per la Scandone di compiere finalmente i primi importanti step per porre le basi per la prossima stagione. Una stagione che dovrà segnare un cambio di marcia per i biancoverdi dopo gli ultimi tre campionati sottotono. Un cambio di marcia che, per il momento, non c'è stato. Alessio Bonazzi



Macrolibrarsi
Sannioportale.it