• MERCOLEDÌ 20 GENNAIO 2021 - S. Sebastiano martire

Scandalo alloggi. «Io, abusivo ho pagato ed ottenuto una casa»

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  Alla vigilia degli sfratti partono le denunce degli abusivi, che svelano e raccontano del cosiddetto mercato nero delle case, presumibilmente gestiti da dipendenti comunali. Questa mattina nuova protesta in Comune delle famiglie a rischio sfratto, per la maggior parte giovanissimi uomini e donne con figli al seguito che. Ammettono l'illecito e raccontano come però ci sia un meccanismo preciso, fatto di altri illeciti in cui pagando si ottiene la casa.
In particolare Francesco Vivolo ha raccontato ai cronisti che sette mesi fa circa ha occupato un alloggio comunale in via De Caprariis nei pressi di via Annarumma, denunciando e descrivendo un vero e proprio "sistema" nel campo dell'assegnazione alloggi: stando alle parole dell'uomo, su cui le forze inquirenti ora dovranno far luce, ci sarebbe all'interno di Palazzo di Città chi, in cambio di soldi, consegnerebbe le chiavi degli alloggi assicurando protezione. «Sono venuto al Comune e ho pagato 2700 euro per avere le chiavi – ha dichiarato ai cronisti presenti davanti al comune, Vivolo - Mi ha detto di non farne parola con nessuno altrimenti saremmo finiti tutti nei guai. Ritengo fosse un dipendente del Comune. Sarei dovuto tornare con 2700 euro e lui mi avrebbe dato le chiavi. Mi ha detto infatti che nessuno sarebbe venuto a sfrattarmi». Leggi l'articolo completo sull'App di Ottopagine Redazione



Macrolibrarsi
Sannioportale.it