• DOMENICA 9 AGOSTO 2020 - S. Romano martire

Salernitana, Simone Inzaghi vicino alla panchina granata

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Sembra delinearsi sempre di più il futuro della panchina della Salernitana. Dopo l'incontro di ieri a Roma, tra Lotito, Mezzaroma e Fabiani sembra più vicino a vestire i gradi di allenatore proprio Simone Inzaghi. Il tecnico della Primavera della Lazio, che oggi dovrà guidare i suoi ragazzi, contro il Torino, nella finale per assegnare lo scudetto di categoria, sembra molto allettato dalla proposta. Inzaghi è visto molto bene da Lotito, non solo per i risultati che ha raggiunto alla guida della formazione Primavera, ma anche perché conosce benissimo i giocatori della canterà laziale. Nel progetto di Lotito c'è proprio quello di dirottare un po' di calciatori della Primavera a Salerno, per implementare la rosa che rispetto alla scorsa stagione dovrebbe prevedere 12/13 riconferme. Restano più distanti, invece, Novellino e Torrente, che sta flirtando in maniera decisa con l'Andria, neo promossa in Lega Pro. Intanto sul fronte acquisti, sembra sfumare la pista che porta ad Ardemagni. Il giocatore che guadagna circa 450 mila euro, ha un contratto troppo oneroso per le casse granata. La Salernitana ha offerto di pagare solo una parte dell'ingaggio, e il resto dovrebbe accollarselo l'Atalanta, proprietaria del cartellino. Gli orobici, però, hanno già fatto capire che non hanno intenzione di partecipare in larga parte al pagamento dell'ingaggio del bomber, che comunque ha un discreto mercato in cadetteria.   Massimiliano Grimaldi



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it