• MARTEDÌ 22 SETTEMBRE 2020 - S. Maurizio martire

Rocca in scena, si inaugura il sentiero della Mefite

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Rocca San Felice.  A meno di un anno dall’ultima edizione dell’evento “Medioevo a la Rocca” che di fatto ha segnato l’avvio di un progetto di più ampio respiro, dal titolo “Rocca in scena…. dalla valle dell’inferno alle vie del medioevo”, sabato 27 giugno, a partire dalle ore 18,00, ci sarà una piccola cerimonia di chiusura del progetto; appuntamento fissato presso la Mefite dove di fatto si inaugureranno gli interventi attuati in questo anno, e previsti dal citato progetto, approvato e finanziato nell’ambito del PSR Campania 2007/2013 – ASSE 4 APPROCCIO LEADER PSL “TERRE D’IRPINIA” di cui al Bando di attuazione della misura 313 “Incentivazione di attività turistiche” del GAL CILSI, che prevedeva, oltre gli eventi della scorsa estate, anche la realizzazione di un itinerario turistico, la riqualificazione e miglioramento della fruibilità del sito della Mefite, la riqualificazione dell’area del Santuario di Santa Felicita, il miglioramento del sentiero che dal borgo conduce alla rocca medievale, l’adozione di strumenti innovativi per la promozione del territorio, l’accoglienza e l’informazione dei turisti, la realizzazione di attività di comunicazione e informazione oltre alle attività già svolte con interventi di internazionalizzazione e con la 1° rassegna delle rarità gastronomiche locali. L’obiettivo dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Fiorillo ed in collaborazione con la Pro Loco De Mepfhiti, presieduta dall’arch. Alfonso Forgione, è quello di valorizzare in maniera integrata e innovativa le tante risorse storiche, culturali, artistiche e religiose, ambientali, gastronomiche ed artigianali di indiscutibile pregio del territorio comunale, come Il Centro storico, Il Castello e il Donjon, Il Museo, la Piazza ed i palazzi storici, la Mefite e la valle d’Ansanto, la chiesa Madre di S. Maria Maggiore e la chiesa Maria ss. di Costantinopoli, la Chiesa di Santa Felicita ed il pecorino Carmasciano, in un contesto “turistico” tale da stimolare una fruizione turistica che veda i tanti visitatori fermarsi per più di un giorno alla scoperta ed a vivere Rocca e l’Irpinia. La serata inaugurale e di presentazione vedrà l’intervento di Giuseppe Fiorillo - Sindaco di Rocca San Felice, Alfonso Forgione - Presidente Pro Loco De Mephiti, Mario Salzarulo - Coordinatore GAL CILSI, Luca Branca – Funzionario Servizio Territoriale Provinciale di Avellino della Regione Campania, Wilma Caruso – Progettista, Agostino Della Gatta – amministratore di Irpinia Turismo. Conclusa questa prima fase legata al contributo, che ha permesso l’attuazione di una serie di interventi strategici, la comunità di Rocca San Felice si prepara, in uno spirito di crescita e auto-sostenibilità, forte delle collaborazioni sperimentate nell’ultimo anno, a presentare la programmazione per l’estate 2015 con particolare attenzione all’evento principale “Medioevo a la Rocca” edizione 2015, oltre ad una programmazione turistica di offerta territoriale con la collaborazione di Irpinia Turismo, attuando quanto già sperimentato con i press/educational tour, sviluppati durante l’attuazione del progetto, e che hanno visto coinvolti altri comuni Irpini in un contesto di condivisione e offerta territoriale di comprensorio. Redazione



Macrolibrarsi
Sannioportale.it