• DOMENICA 2 OTTOBRE 2022 - SS. Angeli custodi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it a norma dell' art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633. Le immagini presenti non sono salvate in locale ma sono Copyright del sito che le ospita.



Residenti ostaggio dell'incuria e dell'abbandono

Benevento.  “L’indifferenza ed il silenzio nei confronti dei residenti delle contrade beneventane è una caratteristica peculiare di questa amministrazione, che oramai da 10 anni tende a restringere i confini del suo operato soltanto in poche zone della città”. Sono le parole di Alberto Febbraro, esponente di Fratelli d'Italia – Alleanza nazionale sulla situazione “imbarazzante” che ormai da tempo si trovano ad affrontare i residenti delle contrade Fontanacerasa e Corvacchini, che “da anni denunciano lo stato di abbandono delle loro strade, in particolare ai Corvacchini l’ultima manutenzione stradale risale a più di quindici anni fa, cioè quando la strada fu asfaltata per la prima volta.
Il transito dei mezzi pesanti della Terna – spiega Febbraro – ha finito per alterare il manto stradale, provocando frane e voragini: ciò che si presenta ad oggi ai nostri occhi è una mulattiera di inizio ‘900. Mentre cinquecento metri più avanti, il comune di Pietrelcina prima dei lavori, si è tutelato nei confronti della Terna, la quale è stata costretta a proprie spese a rifare completamente la strada, il Comune di Benevento – come al solito – ha subito passivamente e si ritroverà, dopo alcuni lavori avvenuti nel 2011 che hanno interessato solo un breve tratto stradale, a stanziare ulteriori finanziamenti insieme ai già risarcimenti dati ai residenti per i tanti problemi meccanici causati alle automobili. Tutto questo, mentre in città i lavori pubblici avanzano in vista delle amministrative e gli sperperi non mancano come – ad esempio – al Rione Ferrovia dinanzi alla Stazione Centrale”. redazione
Testi ed immagini Copyright Ottopagine.it



Sannioportale.it