• GIOVEDÌ 13 AGOSTO 2020 - SS. Ponziano e Ippolito martiri

Quel tesoro di Irpinia e Sannio da difendere

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento.  Un buon aglianico, o un buon Fiano... magari accompagnati da castagne di Montella, da un ottimo caciocavallo...per finire magari mele annurche. Sono solo alcuni tra i prodotti di qualità di Irpinia e Sannio, prodotti certificati con marci doc, dop, Igp o Igt. Prodotti che, come dimostrano gli studi sul mercato del falso made in Italy sempre fiorente e ricco, vanno difesi, preservati. Per questo importantissima è l'iniziativa del Ministero delle Politiche Agricole, che ha convocato gli stati generali delle indicazioni geografiche per domani, all’Auditorium del Padiglione Italia di Expo Milano 2015, si terranno gli Stati generali delle indicazioni geografiche alla presenza del Ministro Maurizio Martina.
“Siamo leader in Europa con 271 denominazioni riconosciute nel settore food e 523 in quello del vino. Un primato – afferma Martina – che conferma l’eccellenza del Made in Italy e che vogliamo continuare a far crescere puntando sulla distintività del nostro agroalimentare soprattutto all’estero, anche grazie al segno unico distintivo. La difesa del nostro modello di qualità è per noi una priorità, oltre che una garanzia per i consumatori. Per questo siamo in campo con un sistema di controlli unico al mondo per contrastare contraffazioni e frodi sia sugli scaffali che sul web. Organizzare gli Stati generali delle indicazioni geografiche ad Expo significa condividere a livello internazionale buone pratiche, principi e comportamenti attraverso un modello, quello italiano, che è un punto di riferimento per tutti gli altri Paesi.”  Cv  



Macrolibrarsi
Sannioportale.it