• MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2020 - S. Bonaventura vesc.

Promozione, San Martino, fusione: il tempo stringe

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento. 9 giorni a disposizione per depositare agli uffici del Comitato Regionale Campania la documentazione necessaria per effettuare la fusione. E’ questo il lasso di tempo che hanno a disposizione Pol. San Martino e Asd San Martino (Audax Cervinara n.10 sulle carte federali) per formare un’unica società di calcio che rappresenti la città di San Martino Valle Caudina nel prossimo torneo di Promozione. I vertici delle due società Quirino Bongiovanni (Presidente Pol. San Martino) e Antonio Pisaniello (Asd San Martino) ed altri dirigenti si sono incontrati nella serata di venerdì per cercare di trovare un punto d’incontro e soprattutto per quantificare le risorse economiche disponibili per la prossima stagione. Al termine dell’incontro, il patron della Polisportiva Quirino Bongiovanni però ha fatto trapelare ancora un nulla di fatto e nella giornata di domani si dovrebbe tenere un ulteriore incontro per fare un quadro della situazione. La volontà di unire le forze c’è eccome ma servono maggiori risorse e soprattutto nuovi sponsor che diano una mano per condurre in maniera tranquilla un’intera stagione. Tra qualche settimana, il Comitato Regionale Campania pubblicherà le date e gli importi per le iscrizioni al prossimo campionato di Promozione. Se da Via Strettola Sant’Anna alle Paduli non ci dovessero essere novità, il San Martino come tutti i club di Promozione entro la fine di Luglio dovranno erogare al Comitato Regionale Campania 5.700 € di tassa di iscrizione. Ecco dal punto di vista burocratico la documentazione richiesta dal Comitato Regionale Campania per le fusioni tra due o più società: Le domande di fusione tra due o più Società dovranno essere corredate da: - copia autentica dei verbali assembleari disgiunti delle Società che hanno deliberato la fusione; - copia autentica del verbale assembleare congiunto delle Società che richiedono la fusione; - atto costitutivo e statuto della Società sorgente dalla fusione; - elenco nominativo dei componenti gli organi direttivi. In particolare, si richiama l’attenzione: - i verbali dovranno riguardare le Assemblee generali dei soci, non avendo titolo a deliberare la fusione i Consigli Direttivi o i Presidenti delle Società stesse; - le domande dovranno essere sempre corredate dal nuovo Atto costitutivo e dal nuovo Statuto sociale della Società sorgente dalla fusione; - la denominazione sociale dovrà essere comunque compatibile: l’esistenza di altra società con identica o similare denominazione comporta, per la società sorgente, l’inserimento di un’aggettivazione che deve sempre precedere e non seguire la denominazione; - le delibere delle Società inerenti la fusione debbono espressamente prevedere, quale condizione della loro efficacia, l’approvazione della F.I.G.C. e dovranno pervenire al C.R. Campania entro e non oltre il 23 giugno 2015, per l’inoltro alla L.N.D. Il nuovo numero di codice della Società sorgente dalla fusione sarà inserito nel sistema AS400 direttamente dal CED della Lega Nazionale Dilettanti; Trascorso il termine di martedì 23 giugno 2015, le domande pervenute incomplete, saranno archiviate, senza esito. Ionut Stefan Di Nuzzo



Sannioportale.it