• VENERDÌ 5 MARZO 2021 - S. Foca martire

Procura di Benevento sempre più al femminile

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento.  “E' una citta che non conoscevo, l'ho visitata e devo dire che è molto bella”. Maria Gabriella di Lauro è il nuovo sostituto della Procura della Repubblica di Benevento. Nata a San Giovanni Rotondo trentacinque anni fa, ha sempre vissuto tra Foggia e Roma. Proviene da Vibo Valentia, dove è rimasta quattro anni tre mesi. Una Procura più piccola di quella sannita (in tutto cinque inquirenti), dove ha necessariamente dovuto occuparsi un po' di tutto, in particolare di ambiente, territorio e pubblica amministrazione. Questa mattina – non era mai accaduto prima – la sua immissione in possesso nell'incarico, ventiquattro ore dopo quella del procuratore aggiunto Giovanni Conzo. Appuntamento scandito dalle parole del Procuratore Giuseppe Maddalena. “Noi conteremo sul tuo apporto, ti troverai bene perchè c'è sinergia tra il nostro ufficio e il Tribunale, con cui, quando è accaduto, gli attriti sono stati sempre relativi alla dialettica processuale”. A differente valutazioni, dunque. Come nel caso della recente sentenza sul presepe Dalisi, con assoluzioni e non luogo a procedere stabiliti dal gup con una decisione al centro di un ricorso per Cassazione firmato dalla Procura. Un riferimento, quello del rapporto tra Procura e Tribunale, immediatamente raccolto dal giudice Roberto Melone, che con i colleghi Rosario Baglioni e Claudia Chiariotti ha presieduto la cerimonia nell'aula Falcone Borsellino. “Quelli che si creano – ha affermato Melone – sono contrasti fisiologici tra le parti, mai rispetto alle persone”. Con l'arrivo della dottoressa Di Lauro, la Procura di Benevento diventa ancora più 'rosa'. Oltre al capo Maddalena ed all'aggiunto Conzo, in servizio ci sono i sostituti Giacomo Iannella, Marcella Pizzillo, Marilia Capitanio, Nicoletta Giammarino, Patrizia Rosa, Flavia Felaco, Assunta Tillo, Miriam Lapalorcia,  Iolanda Gaudino e Donatella Palumbo. Dieci donne e tre uomini: maggioranza schiacciante. Enzo Spiezia



Sannioportale.it