• LUNEDÌ 18 GENNAIO 2021 - S. Beatrice vergine

Muore in ospedale, denuncia dei familiari

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Benevento.  I suoi familiari hanno presentato una denuncia, per chiedere di fare luce sulla vicenda e stabilire se esistano presunte responsabilità per la morte del loro congiunto. Vincenzo Iadanza,59 anni, di Montesarchio, era un personaggio noto alle forze dell'ordine, piu volte finito alla ribalta delle cronache perché coinvolto in indagini. Il suo cuore si è fermato per sempre all'ospedale Rummo, dove era ricoverato dal 28 luglio. Un ricovero dettato dalla necessità di sottopoesi ad alcuni accertamenti, al termine dei quali gli era stata prospettata la strada di un intervento chirurgico per problemi di natura vascolare. Secondo una prima ricostruzione basata, appunto, sulla denuncia, l'operazione era stata eseguita il 10 agosto. Tutto sembrava andare per il meglio, ma a distanza di qualche ora il paziente aveva manifestato sintomi che avevano preoccupato i medici. Una tac aveva restituito l'esistenza di una emorragia cerebrale che aveva reso indispensabile il trasferimento nel reparto di rianimazione. Dove è rimasto fino al momento del decesso, avvenuto nella giornata di ieri. Assistiti dall'avvocato Gabriella Bongi, la moglie e i figli si sono rivolti alla Squadra mobile, che ha avviato le indagini, sequestrando la cartella clinica. Enzo Spiezia



Macrolibrarsi
Macrolibrarsi
Sannioportale.it