• MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2020 - SS. Michele Gabriele e Raffaele

Moiano. Ecco la proposta della Meccariello per un parco giochi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Moiano.  Nessun parco giochi a Moiano, o almeno ancora nessun parco giochi per questa estate. Ne è convinta Teresa Meccariello, esponente politica del centrodestra caudino, un anno fa candidata consigliere con la lista di Giacomo Buonnao, attuale sindaco moianese. E propio in virtù di quel percorso elettorale fatto insieme, la Meccariello oggi presenta una propria proposta per ovviare alla mancanza di un parco giochi e porre così fine al problema dell'assenza di un luogo dedicato ai bambini. "Mi permetto - argomenta la Meccariello - umilmente una riflessione, in ragione del fatto che con la Civitas (la lista di Buonanno, ndr) ho condiviso un programma elettorale che, tra i vari punti, prevedeva la celere realizzazione di un parco giochi. Il Sindaco si impegnò a realizzarlo in un mese ma, ahimè, credo che ci sarà un'altra estate senza parco giochi per i nostri bimbi". "Io, per la verità, una idea ce l'avrei! Perché - si chiede la Meccariello - non si interpellano le suore proponendo loro uno schema di convenzione per l'utilizzo congiunto della Pineta? In pratica, il Comune, in cambio dell'utilizzo dell'area, avrebbe solo il modico onere di provvederebbe alla pulizia della pineta, alla sua messa in sicurezza e custodia ed al suo allestimento con giochi e quanto valga per un'area ludica. In questo modo si avrebbe un parco giochi di tutto rispetto al centro del paese e a costo zero. Inoltre si darebbe anche un supporto logistico alle suore e al loro asilo". "Ovvio - precisa Teresa Meccariello - che trattasi di una proposta e non di una protesta, per cui spero in un concreto confronto sia sul merito che sulla sua opportunità. Se l'idea è condivisa dalla popolazione si potrebbe pensare di procedere sottoscrivendo una proposta di governo locale da portare all'attenzione del Consiglio comunale. Ma spero che, ancor prima di passare agli strumenti di democrazia previsti per legge, si riesca a dare stimolo ed idee all'attuale amministrazione. Diamo priorità alle priorità; per tutto il resto, ivi compresi i consigli comunali 'da piazza' c'è sempre tempo". Vincenzo De Rosa



Macrolibrarsi
Sannioportale.it