• DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020 - S. Teodoro martire

La Boys Caserta Maddalonese vola in Promozione

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


BOYS CASERTA MADDALONESE 1
VIGOR CASTELLABATE 0
BOYS CASERTA MADDALONESE: Shchitka, Ferraro, Cristiano, Di Pippo, Di Maio, Ndiaye, Barletta, Rocco, Picozzi (Pagano dal 36’ s.t.) Coppola (De Clemente dal 23’ s.t.), Mendil. A disp.: Sapone, Zampetti, Orefice, Aveta. All.: Ferraro VIGOR CASTELLABATE: Ianni, Rizzo G., Romano (La Pastina dal 41’ s.t.), Malzone N. (Malzone J. dal 27’ s.t.) Severino, Maffongelli, Di Rosa, Chiariello, Figliola (Serrone dal 43’ s.t.), Rizzo M., Liberti. A disp. Malzone A., Carpinelli, Malzone F., Lama. All.: Capezzuto ARBITRO: Gianluca Altobelli della sezione di Frattamaggiore RETI: Picozzi al 9’ s.t.  NOTE: Ammoniti: Malzone N., Ndiaye, Di Rosa. Angoli: 4-5. Recupero: 3’ p.t., 4’ s.t. A distanza di quasi un mese dalla sconfitta di Sarno nello spareggio con la Virtus Goti, la Boys Caserta seppur con qualche brivido nel recupero (doppio palo Vigor Castellabate) riesce a superare 1-0 i salernitani nello spareggio promozione grazie alla rete in avvio di ripresa (molto contesta dagli ospiti per presunto off side) di Picozzi che si conferma insieme a Mendil uno dei protagonisti della strepitosa scalata alla Promozione.  PRIMO TEMPO – Dopo nemmeno un minuto di gioco cross velenoso di Ferraro dalla destra che sfiora la traversa. Tre minuti dopo, la formazione di Ferraro, decisamente con un passo diverso in avvio rispetto agli ospiti, si rende pericolosa con Picozzi fermato in uscita da Ianni. Al 13’, la Boys si affaccia nuovamente in area ospite su azione d’angolo che trova solo in area Rocco libero di colpire di testa ma la sfera termina di un soffio alla destra di Ianni. Dopo un quarto d’ora di sofferenza esce fuori la compagine salernitana, che riscalda i guantoni di Shchitka con la conclusione da fuori di Massimiliano Rizzo, bloccata senza affanno dal numero uno di origine ucraine. La Vigor Castellabate inizia a prendere coraggio e qualche minuto più tardi Figliola si trova sui piedi il pallone del vantaggio ma incredibilmente spreca a lato. Alla mezz’ora altra palla gol per Figliola che dal limite dell’area ben servito mette i brividi alla Boys, fortunata nella circostanza perché il pallone esce di pochissimo alla sinistra della porta difesa da Shchitka. La Boys fatica nell’ultima parte di primi tempo a creare occasioni. L’unica iniziativa porta la firma di Picozzi che di prima intenzione al volo trova attento Ianni. L’ultimo tentativo che manda le squadre al riposo è della Vigor con la punizione di Massimiliano Rizzo smanacciata in angolo da Shchitka.  SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con il fallo di mano invocato dai giocatori della Boys Caserta in area di rigore su Liberti. Messe le polemiche da parte e dopo qualche iniziativa sporadica, la Boys trova la via del vantaggio. Barletta arpiona un pallone a centrocampo e lo scaraventa in area per il solo Mendil che sulla linea del fuorigioco si beve la difesa ospite e appoggia a Picozzi che deve solo spingere in fondo al sacco il pallone del vantaggio. La reazione della Vigor è tutta nella punizione, questa volta sbilenca di Massimiliano Rizzo. Si rivede la Boys, con il corner di Barletta sul quale non riescono ad essere incisivi Mendil prima e Ndiaye poi. Passata la mezz’ora, la Vigor costretta a pareggiare per andare ai supplementari aumenta il ritmo e su calcio d’angolo di Rizzo sul primo palo è attento Zampetti a salvare in angolo. Poi arriva anche il pareggio salernitani con Figliolia ma l’arbitro annulla per off side. Nel primo minuto dei 4 di recupero la Vigor tenta il tutto per tutto e chiude all’angolo la Boys Caserta. E in questi 240 secondi la fortuna accompagna la Boys che deve ringraziare più di un santo in paradiso sulla conclusione di Jury Malzone che si stampa sul palo e sul successivo tentativo in tuffo di testa di Serrone che sbatte ancora sul palo, il pallone viene raccolto da Di Rosa che trova sulla sua strada la chiusura di Di Maio. È l’ultimo tentativo di una Vigor Castellabate che non meritava di perdere per le occasioni costruite nell’arco dei novanta minuti. Poco conta perché la Boys Caserta può dare il via alla festa Promozione.  Da Vitulazio
Ionut Stefan Di Nuzzo



Macrolibrarsi
Sannioportale.it