Herculaneum di nuovo al comando, decide il rigore di Salvati

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


HERCULANEUM 2
REAL FORIO 1
HERCULANEUM: Ferrieri, Rossi, Vastarello, Orefice (Falanga dal 28’ s.t.) , Albanese, Salvati, Caso Naturale (Di Franco dal 38’ s.t.), Tufano, El Ouazni, Pianese (Carnicelli dal 30’ s.t.), Costantino. A disp. Bencivenga, Scognamiglio, Bifaro, Calcagno. All.: Squillante REAL FORIO: Verde F., Mattera (Pesce dal 26’ s.t.),Mora, Di Costanzo (Capuano dal 13’ s.t.), De Giorgi, Di Dato, Fanelli, Mazzella S., Arcamone, Chiaiese, Magaddino (Conte dal 20’ s.t.). A disp. Petrone, Verde A., Iacono, De Felice. All.: Iovine-Costagliuolo ARBITRO: Oscar Ozzella della sezione di Benevento  ASSISTENTI: Carmine Castiglione della sezione di Frattamaggiore e Flavio Iannaccone della sezione di Caserta RETI: Caso Naturale al 26’ p.t., Magaddino (RF) al 19’ s.t., Salvati Rig. al 25’ s.t.,  AMMONITI: Mattera, Fanelli.  NOTE: Spettatori 500 circa. Recupero: 1’ p.t., 4’ s.t. Angoli: 8-2 L’Herculaneum risponde al Savoia aggiudicandosicon un pizzico di sofferenza il match di questa mattina al Solaro con il Real Forio. Buona partenza dei padroni di casa che potrebbero chiudere la prima frazione con un ampio margine di vantaggio ma dopo 45’ è soltanto 1-0 con il colpo di testa di Caso Naturale. Nella rirpesa, Herculaneum poco brillante e il Forio con una buona manovra ristabilisce la parità che dura soltanto pochi minuti perché Nando Salvati su rigore per fallo di mano di un avversario consegna i 3 punti e la testa della classifica. PRIMO TEMPO - Prima del fischio d’inizio dell’arbitro Oscar Ozzella di Benevento, bellissimo gesto della squadra granata che insieme ai giocatori del Forio espongono a centrocampo un lungo striscione di sostegno per la popolazione beneventana colpita dall’alluvione. Gigi Squillante privo del mediano Gismondo Gatta, colui che detta i tempi del gioco schiera Orefice nel cerchio di centrocampo e l’Herculaneum dimostra subito di aver un altro passo rispetto agli isolani. È soprattutto sulle corsie che i granata incidono di più. A destra con Tufano che prova subito al 1’ a mettere al centro una palla velenosa allontanata in angolo da Di Dato. Nuovamente la formazione di casa si rivede in area ospite con il colpo di testa centrale di Costantino bloccato in due tempi da Verde. Non c’è un attimo di tregua per i granata che cercando di mettere subito le cose in chiaro ma sul cross di Salvati, Verde esce a vuoto ma sulla linea Di Dato toglie ancora una volta le castagne dal fuoco. Prima della mezzora l’incontro si sblocca: cross dall’out destro di Tufano e per Caso Naturale in tuffo tutto solo in area è un gioco da ragazzi segnare di testa. Squillante dalla panchina chiede ai suoi di aumentare ancora e di chiudere la partita ma incredibilmente Pianese si divora due gol già fatti davanti al portiere. La prima frazione si chiude con l’Herculaneum in attacco e sul settimo corner collezionato in 45’.  SECONDO TEMPO- Il Forio del duo Iovine-Costagliuolo inizialmente fino al pareggio sembra non mostrare nessun segnale di reazione nonostante la buona volontà messa in campo dagli isolani. L’Herculaneum concede davvero poco e quando riparte il tridente Caso Naturale, El Ouazni e Pianese fa paura ma questa mattina sotto porta manca di precisione. Al 10’ la conclusione di Tufsno viene deviata da De Giorgi ma Verde blocca senza affanno. Poco dopo, precisamente al 15’ El Ouazni scappa via palla al piede si accentra però la conclusione a girare termina di un soffio a lato. Prima del ventesimo il Forio pareggia con una bella azione tutta di prima partita dall’area di rigore avversaria e finalizzata da una precisa stoccata di Magaddino. L’attaccante dopo il gol verrà sostituito per un problema fisico. Quando la partita sembrava compromessa sull’unica vera azione degli ospiti l’Herculaneum beneficia di un rigore per fallo di mano in area di un difensore. Dal dischetto il capitano Nando Salvati realizza con potenza e precisione. Nella parte finale dopo una girandola di cambi non succede più nulla, tranne nei minuti di recupero quando il Forio tenta il forcing finale ma sull’unica palla pericolosa Albanese di testa anticipa l’attaccante avversario.  dal nostro inviato ad Ercolano, Ionut Stefan Di Nuzzo



Sannioportale.it