• VENERDÌ 18 SETTEMBRE 2020 - S. Irene vergine

Grillini all'attacco sulla tassazione per le fasce deboli

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


San Giorgio del Sannio.  «Apprendo con piacere che in amministrazioni comunali limitrofe a San Giorgio del Sannio, amministrazioni con le quali nel tempo si è instaurata una notevole sinergia sui temi relativi all'ambiente, alla scuola, al welfare, si cominciano ad ottenere risultati importanti a favore dei cittadini. Il Consiglio comunale di San Martino Sannita, infatti, ha ufficialmente comunicato che per quanto riguarda il pagamento della Tasi è stata deliberata la riduzione del 20% per i cittadini con età superiore ai 65 anni, per i cittadini invalidi e per i cittadini aventi reddito mensile inferiore ai 600,00 euro». E’ la nota di Elvira Santaniello del Meetup Amici di Beppe Grillo di San Giorgio del Sannio a riguardo dell’aspetto della  per le fasce deboli (non è il primo intervento a riguardo), e su Ottopagine, tra l’altro, il sindaco Caudio Ricci aveva anche dichiarato, in passato, che nel comune di San Giorgio del Sannio esisteva la tassazione più bassa di tutta la provincia di Benevento. «A tutti i cittadini sangiorgesi – riprende Santaniello - ricordo che il problema della mancanza di riduzioni ed esenzioni per Tari e Tasi per le fasce sociali deboli, per le famiglie meno abbienti, per i disabili, per gli anziani con la pensione minima, per i disoccupati e cassintegrati è stato evidenziato dalla sottoscritta e dagli attivisti del Meetup Amici di Beppe Grillo di San Giorgio subito dopo il Consiglio comunale del 3 ottobre 2014, quando il Sindaco espresse parole di elogio agli amministratori e ai funzionali comunali sia per aver mantenuto le aliquote dei tributi comunali alla soglia minima sia per le modalità nella loro riscossione, dal momento che con un’ampia dilazione i cittadini non hanno accusato il colpo delle somme molto elevate. Parole altrettanto celebrative dell’Amministrazione per il suo agire nell’interesse dei cittadini furono scritte anche che sul sito istituzionale dell’Ente, dove si parlava di virtuosità del Comune e di azione amministrativa che è vicina e tutela tutti i sangiorgesi. Contemporaneamente, però, furono espresse dal primo cittadino parole non altrettanto piacevoli nei confronti degli attivisti, considerati immeritevoli di qualsiasi delucidazione e risposta sulla non volontà di applicare riduzioni ed esenzioni per le categorie deboli. Ebbene –conclude Santaniello del Meetup di Beppe Grillo – oggi posso dire con soddisfazione che molto più delle risposte contano i fatti che altri Comuni concretizzano a favore dei cittadini e che a San Giorgio del Sannio, invece, rimangono soltanto proposte dei “Grillini”, dimenticate dagli amministratori in qualche cassetto. Questi piccoli grandi risultati sono importantissimi sulla strada del cambiamento e mi rendono e ci rendono fiduciosi nel cammino verso una San Giorgio a 5 Stelle».  redazione



Sannioportale.it