• DOMENICA 18 APRILE 2021 - S. Eleuterio vescovo

Gallo (M5S): "Nuovo Isee, calano ancora le borse di studio"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  Dopo gli annunci, De Luca passi subito ai fatti e proceda ad assegnare davvero le borse di studio agli universitari, come promesso a mezzo stampa. La Campania è all’ultimo posto per il diritto allo studio, lo scorso anno le borse di studio erogate sono state pari soltanto al 27% degli aventi diritto. Il Movimento Cinque Stelle ha portato lo scandalo della Campania in Parlamento con una mia interrogazione al Ministro Giannini ed è stato al fianco delle associazioni studentesche in tutti i presidi. Tutto questo mentre il governo rende l’università appannaggio dei ricchi e fa ancora troppo poco per il diritto costituzionale allo studio”. Lo afferma il deputato del Movimento Cinque Stelle Luigi Gallo che interviene dopo che ieri il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha annunciato che entro due settimane si adopererà per la realizzazione di un meccanismo di erogazione diretta delle borse di studio da parte della Regione, che ne garantirà la copertura al 100%. “Su questo punto vigileremo con i nostri portavoce in consiglio regionale. Certo, non vorrei che dovessimo trovarci a verificare che con le modifiche al calcolo ISEE imposte da un governo che sta escludendo tantissimi studenti dai benefici delle borse di studio – aggiunge Gallo -, non ci sia un solo studente in più rispetto allo scorso anno a ricevere i fondi. Un ulteriore 25% degli studenti, infatti, rischierebbe di essere escluso dall’assegnazione delle borse di studio proprio a causa delle modifiche al calcolo ISEE. Un vero e proprio schiaffo dato in piena faccia a migliaia e migliaia di universitari. Gli studenti avevano annunciato già in estate questo possibile scenario sulla base di proiezioni con i nuovi parametri ministeriali, previsione puntualmente confermata. Chi fino a ieri era sotto la soglia di 33mila euro, limite massimo per poter concorrere all’ottenimento di una borsa di studio, adesso la supera senza però guadagnare un soldo in più”. Redazione



Sannioportale.it