• GIOVEDÌ 15 APRILE 2021 - S. Anastasia martire

Forza Italia riparte da Fasano e da Adinolfi

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Salerno.  Si riparte dal passato. L’attesa riunione di Forza Italia in piazza San Lorenzo in Lucina a Roma di ieri partorisce l’atteso azzeramento delle cariche provinciali di Salerno. Fatta eccezione per quella del commissario provinciale, Vincenzo Fasano, i cui poteri in seno alla formazione azzurra cara al Cavaliere saranno raddoppiati. Chi si attendeva un commissariamento della sezione provinciale è stato servito anche se delle novità, nei prossimi dieci giorni, potrebbero giungere sul fronte della governance. Ad iniziare dalla ridefinizione della mappa dei nuovi comitati cittadini che saranno chiamati a rinnovarsi. L’altra carica che resterà confermata è quella del coordinatore cittadino di Salerno, Raffaele Adinolfi, la cui nomina è troppo fresca per essere azzerata. Per il resto, conferma della leadership regionale dell’ex ministro Mara Carfagna che rimane il punto di riferimento provinciale. Una decisione che serve a rendere freddi gli animi, anche alla luce degli ultimi risultati elettorali a partire alle Regionali dello scorso 31 maggio. E alla riunione di ieri a Roma c’era proprio l’ex governatore della Campania, Stefano Caldoro, che insieme alla Carfagna e alla senatrice Mariarosaria Rossi hanno discusso sull’avvio del nuovo corso regionale di Forza Italia. Non poteva mancare il coordinatore regionale Domenico De Siano oltre a tutti i parlamentari azzurri della Campania. Si riparte, dunque, ma con due punti fermi. Per il resto una rivoluzione, forse mirata, nella governance per il nuovo corso regionale di Forza Italia.    Antonio Roma



Sannioportale.it