• GIOVEDÌ 25 FEBBRAIO 2021 - S. Cesario di Nazianzo

Farina è il nuovo allenatore del Torrecuso

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Torrecuso.  L'anticipazione è stata confermata. E' Francesco Farina il nuovo allenatore del Torrecuso. Una scelta veloce per ovviare alla questione post Agovino. Un profilo che è piaciuto subito alla società e col quale non ci sono stati problemi di sorta. L'ex tecnico del Campobasso è pronto a iniziare l'avventura, la società sannita ha messo alle spalle un momento di difficoltà inatteso e può cominciare ad operare. “Abbiamo scelto mister Farina – inizia il direttore Zotti – un tecnico che ha il profilo giusto per guidare questa squadra. Non è alle prime armi ma neanche anziano, ha vissuto stagioni su campi importanti, ma ha anche assaggiato la polvere dei tornei di provincia”. Un tecnico che viene da un paio di stagioni importanti con il Campobasso, squadra con la quale ha vinto campionato e Coppa nel torneo di Eccellenza e con la stessa squadra stava facendo benissimo anche nel torneo di D prima di doversi fermare per un problema personale. Ora è pronto a tornare in sella e lo farà cercando di portare in alto il Torrecuso. “Siamo convinti della scelta fatta e siamo contenti. Staff? Non sarà seguito da nessuno. Farina farà l'allenatore, noi abbiamo la nostra organizzazione che prescinde da qualsiasi altro discorso. Le società devono durare il tempo perchè la nostra idea è di non creare carrozzoni. Siamo sempre stati una società attenta al budget e non vogliamo mai sforare”. Scelto l'allenatore, adesso è il momento di passare alla scelta dei giocatori da prendere per integrare la rosa. Il primo acquisto è Giovanni Conti. Il capitano ha accettato di tornare alla base di buon grado e la società è stata contenta di riabbracciarlo. “La connotazione della squadra sarà sannita per la maggior parte. Abbiamo una lista di atleti da presentare all'allenatore col quale ci si vedrà in serata e altri, quelli che lui reputerà all'altezza saranno presi in considerazione. Pensiamo di non andare oltre le 24 persone, una decina di over e il resto giovani. La base di partenza sarà la squadra che ha chiuso la stagione scorsa e a questi aggiungeremo i nuovi innesti. Ovviamente siamo in ritardo ma proveremo a bruciare le tappe cercando di sfruttare la Coppa Italia come rodaggio”. Fabio Tarallo



Macrolibrarsi
Sannioportale.it