• LUNEDÌ 3 AGOSTO 2020 - S. Pietro vesc. di Anagni

Eccellenza: il San Tommaso riparte da mister Silvestro

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Nel campionato di Eccellenza, che ha sancito al retrocessione dell’Eclanese e della Vis Ariano, è rimasto solo il San Tommaso, come squadra irpina che parteciperà nella prossimo stagione alla categoria successiva a quella del campionato Dilettanti. Nonostante fosse una matricola, il San Tommaso ha ben figurato nel suo primo campionato di Eccellenza e il merito è soprattutto del tecnico Mario Silvestro, da due anni alla guida del club avellinese. E’ proprio da lui che il San Tommaso ripartirà per cercare di migliorare ulteriormente la posizione di classifica raggiunta nell’ultimo campionato. Oltre a mister Silvestro sono stati confermati tutti gli under (96-97) della passata stagione e soprattutto il centrale difensivo Mario Trifone, reduce da un’ottima stagione. Il ds Franco Del Gaudio è al lavoro per potenziare ulteriormente l’organico e nelle prossime settimane ci dovrebbe essere già qualche novità. Per quanto riguarda la juniores è stato ingaggiato come tecnico Antonello Puopolo che ha sostituito Pasquale Buonomo. In casa Eclanese è ancora forte la delusione per la retrocessione. Al momento tutto è ancora fermo ma si fa largo l’ipotesi di una domanda di ammissione che potrebbe permettere al club caro al presidente Antonio Casale di partecipare nuovamente al prossimo campionato di Eccellenza. Tra le squadre che potrebbero vagliare questa soluzione c’è il Grotta del presidente De Luca, finalista nella finale regionale di Prima Categoria persa in casa contro il Casalnuovo. Per il Grotta resta da capire se ci sarà ancora la voglia di continuare da parte di mister Salvio Casale mentre per l’Eclanese si fanno i nomi di Izzo e Granozi in caso di mancata conferma di mister Iannuzzi. Infine tutto tace in casa Vis Ariano. La compagine di mister Del Vecchio non è riuscita a raggiungere nemmeno l’obiettivo di disputare il play out ed è retrocessa direttamente. Il club arianese ha poche speranze di ottenere un’ammissione ottenuta già due stagioni fa. In caso di promozione del Real Ariano, ci potrebbe essere un derby nel prossimo campionato di Promozione. Raffaele Buonavita



Sannioportale.it