• MARTEDÌ 13 APRILE 2021 - S. Ermenegildo martire

Eboli, in arresto due scippatori

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Eboli.  Sceglievano le vittime, per lo più donne, per poi scipparle della borsa. Arrestati due giovani Massimo Petrillo, di 29 anni, e Pierpaolo Marotta, di 37, entrambi nati e residenti a Eboli (SA), già noti alle forze dell’ordine per diversi precedenti di Polizia. I due, una volta identificati e deferiti all’autorità giudiziaria, sono stati sottoposti in casa nell’attesa del rito direttissimo. Tecnica collaudata, i due prima seguivano le vittime a bordo di un’autovettura per poi mettere a segno la rapina della borsa, approfittando del momento favorevole. Le vittime erano due donne, che stavano rincasando a bordo dell’autovettura ignare di essere seguite da un’automobile con a bordo i due malfattori, giunte nei pressi della rampa che conduce ai box sottostanti all’abitazione di proprietà della conducente del veicolo sono state avvicinate da uno dei due rapinatori che ha aperto lo sportello lato passeggero ed ha strappato la borsa dalle mani della vittima 73enne. Quest’ultima, nel tentativo di difendersi dal furto ha opposto resistenza, ingaggiando una colluttazione col ladro, riportando lesioni al polso ed al braccio destro giudicate successivamente guaribili in 7 giorni dai medici dell’Ospedale di Battipaglia. A seguito della segnalazione della rapina, gli agenti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza, giunti immediatamente sul posto, hanno avviato una meticolosa attività info – investigativa che ha consentito di individuare due giovani ritenuti responsabili del reato. I poliziotti hanno attivato le ricerche dei due malfattori e, nella tarda serata di ieri li hanno bloccati entrambi nel centro cittadino ebolitano, arrestandoli per rapina impropria e lesioni personali in concorso. L’autovettura utilizzata dai due rapinatori, di proprietà di Marotta, è stata sottoposta a sequestro anche perché è risultata non coperta da polizza assicurativa per responsabilità civile. A quest’ultimo, inoltre, è stato contestato anche il reato di guida senza patente perché mai conseguita.   Redazione



Sannioportale.it