• VENERDÌ 23 APRILE 2021 - S. Adalberto vescovo

Duplice omicidio di fratte, per i giudici ha sparato Esposito

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Salerno.  Per i giudici del Tribunale del Riesame è stato Roberto Esposito l’esecutore materiale del duplice omicidio di Fratte del 5 maggio scorso in cui furono uccisi Antonio Procida e Angelo Rinaldi. Nonostante sia stato l’unico a risultare negativo alla prova stub che, per certi versi, sembrava scagionarlo in partenza rispetto a Guido e Matteo Vaccaro. La svolta delle indagini è arrivata con l’acquisizione d’ulteriori filmati prodotti dalla Procura in cui si distingue Esposito, a pochi metri dal luogo del delitto che si allontana a bordo dello scooter guidato da Guido Vaccaro. Per i giudici del Riesame non sarebbe più indicativa la prova stub, che ha rilevato tracce di polvere da sparo sulle mani di Guido e Matteo Vaccaro. Padre e figlio, infatti, avrebbero potuto maneggiare l’arma successivamente l’omicidio con il chiaro intento di farla sparire. Esposito, invece, potrebbe essersi lavato accuratamente le mani subito dopo aver sparato ad Antonio Procida e ad Angelo Rinaldi. Insomma, ora i contorni del duplice omicidio di Fratte sembrano essere di molto più chiari agli inquirenti.    Redazione



Sannioportale.it