• MARTEDÌ 20 APRILE 2021 - S. Agnese da Montepulciano

De Magistris può "salvare" De Luca

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Salerno.  De Luca e De Magistris legati a filo doppio. Le due vicende, legate sempre dalla Legge Severino, sembrano straordinariamente similari con le mosse di uno che potrebbero essere valide per l’altro. Sotto questa ottica va inteso l’appuntamento importante per il neo governatore De Luca con il Tribunale di Napoli. Un altro. Questa volta domani mattina, con il ricorso ex articolo 700 presentato dal primo cittadino napoletano che andrà in giudicato. Anche l’ex pm era incorso negli strali della Severino, ottenendo la sospensione dell’applicazione della Legge. Lo stesso De Magistris aveva inviato pure gli atti alla Corte Costituzionale, con il ricorso dei legali del sindaco di Napoli avevano rilevato principi d’incostituzionalità nella norma. Stessi principi che erano stati accolti in maniera favorevole dai giudici amministrativi, con relativa sospensiva per De Magistris. Ebbene, se domani il anche il Tribunale ordinario dovesse dar ragione all’ex pm, ecco che per De Luca si aprirebbe un’autostrada a tre corsie, con l’ex sindaco di Salerno pronto ad approfittarne per un suo di ricorso. Anche se esistono, però, delle peculiarità, visto che per De Luca tutto l’iter potrebbe essere riferito alla vecchia carica di sindaco, con la nomina di presidente della Regione Campania che sarebbe un incarico ex-novo. Su cui graverebbe per intero l’esecutività della Legge Severino.    Antonio Roma



Sannioportale.it