• VENERDÌ 18 SETTEMBRE 2020 - S. Irene vergine

D'Agostino ricomincia dalla Lupa Roma

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Gaetano D'Agostino ha trovato subito una destinazione dopo la rescissione di contratto con il Benevento.. Il centrocampista palermitano si è accordato con la Lupa Roma del presidente Cerrai e quanto prima, non appena inizierà il ritiro estivo si metterà a disposizione dell'allenatore Cucciari. Intervistato dal sito ufficiale della Lupa, ecco le prime parole “romane” di Gaetano D'Agostino. “L’ipotesi Lupa Roma è nata da una telefonata di mister Cucciari. Ho detto ad Alessandro che ci avrei pensato. Ho parlato con mia moglie ed ho cominciato a valutare il progetto. Dopo aver conosciuto personalmente il Presidente Cerrai non ho più avuto dubbi, credo fortemente di aver incontrato una persona molto seria, che ama questo sport e sono davvero contento di far parte di questo progetto per i prossimi anni. Spero di poter restare anche oltre perché sono convinto che ci sia un futuro roseo per questa società. Ho scelto la Lupa Roma per potermi divertire, per poter far bene e per poter ricominciare a giocare con gioia”. L'ex giocatore giallorosso si è subito calato nella sua nuova avventura in seno alla società laziale. “Ho avuto delle bellissime sensazioni. Non vedo l’ora di cominciare con la Lupa Roma perché sono stato pochi giorni fa presso il centro sportivo Eschilo e devo ammettere che mi sono risentito giocatore. E’ un quartier generale di primissimo livello e non vedevo un centro sportivo simile dai tempi dell’Udinese. Spero di conoscere presto i miei nuovi compagni e di essere per loro un punto di riferimento”. Un pensiero sul Presidente Alberto Cerrai e sul primissimo impatto con l’ambiente Lupa Roma… “E’ un tipo di personaggio che fa bene al calcio: porta gioia, porta passione ed è una persona che non è facile incontrare in questo mondo. Essere troppo concentrati sulle prestazioni e sulle vittorie ti limita, ho capito che il Presidente non ha maschere. Lui è così e nonostante avesse un giocatore di Serie A davanti, mi ha trattato come una persona normale e penso che questo sia stato l’elemento che ha fatto la differenza nella trattativa. Dovrò dimostrare tutto in campo ma sono davvero entusiasta di cominciare questa nuova avventura. E’ un matrimonio che è destinato a durare, sono sicuro di questo”.  



Macrolibrarsi
Sannioportale.it