• MERCOLEDÌ 12 AGOSTO 2020 - S. Eusebio vescovo

Cuore e cervello, alla Santa Rita c'è il corso di formazione

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Atripalda.  “Cuore e cervello” alla Casa di Cura Santa Rita corso di formazione Ecm sulle “Nuove evidenze in terapia anticoagulante orale”. Sabato 20 giugno, con inizio alle ore 8,30, presso la Sala Conferenze della Casa di Cura Santa Rita di Atripalda si svolgerà l'evento formativo Ecm dal titolo Cuore e cervello: nuove evidenze in terapia anticoagulante orale”.   Il Corso (n. 6 ore formative) è rivolto a n. 50 Medici Chirurghi Specialisti in Medicina Interna, Geriatria e a Medici di Medicina generale. Il referente scientifico dell'evento è il dott. Giuseppe De Fabrizio, responsabile del Servizio di Elettrofisiologia della Santa Rita, a coadiuvarlo nell'ideazione e nell'organizzazione la dott. Antonietta Gialanella, responsabile della Cardiologia del nosocomio atripaldese.   I lavori saranno aperti dal saluto delle autorità, in primis del Presidente del Gruppo Taccone, prof. Walter Taccone, cui seguiranno: il dott. Maurizio Guerrini, coordinatore generale della Santa Rita e il dott. Antonio D'Avanzo, Presidente dell'Ordine dei Medici di Avellino.   Alle 9 in programma la I Sessione, moderata dal dott. Antonio D'Avanzo, con la relazione del dott. De Fabrizio su “L’ aritmologo: fibrillazione atriale non valvolare. Cosa ci indicano le linee guida europee ed italiane”; della dott. Gialanella su “Il cardiologo: rivaroxaban nella fibrillazione atriale non valvolare e del dott. Francesco Di Grezia su “Il geriatra: fibrillazione atriale non valvolare nel paziente anziano con co-morbilità”.   Nella II Sessione, sempre moderata da D'Avanzo, la dott. Chiara Salapete parlerà di “La cascata coagulativa e i nuovi farmaci anticoagulanti orali”; il dott. Antonio Ciampa di “L’ematologo: esperienza d’uso e consigli pratici per un corretto follow up del paziente anticoagulato con NAO (rivaroxaban)”; De Fabrizio su “Caso clinico: paziente con fibrillazione atriale non valvolare di recente diagnosi” e la discussione sulle tematiche affrontate. Conclude la giornata la tavola rotonda dal titolo “ La gestione clinica del paziente con fibrillazione atriale” e le conclusioni. Redazione



Macrolibrarsi
Sannioportale.it