• SABATO 11 LUGLIO 2020 - S. Benedetto abate

Conto alla rovescia per la festa del "Tifoso Biancoverde"

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Sabato 20 e domenica 21 giugno, alla frazione Calore di Mirabella Eclano, va in scena la terza "Festa del tifoso biancoverde", organizzata dal Club Lupi Biancoverdi, presieduto da Renato Buongiorno. Una vita per il calcio, quella di Buongiorno, cresciuto tra le fila del Solofra Calcio dove fu allenatore della Beretti e successivamente presidente. «La terza "Festa del tifoso biancoverde" va a chiudere una stagione in cui i nostri beniamini hanno lottato fino alla fine per raggiungere la Serie A, che non è arrivata solo per quella maledetta traversa» - esordisce il numero uno del circolo altirpino - «Con un pizzico di fortuna in più, saremmo a festeggiare la promozione. È andata come è andata, ma noi tifosi non molliamo mai, perché nel sangue scorrono sempre i colori biancoverdi. Ci ritroveremo a Calore di Mirabella Eclano per celebrare una stagione comunque indimenticabile e brindare alla prossima annata, in cui speriamo di vedere un Avellino ancor più affamato di vittorie. Colgo l'occasione per augurare le migliori fortune al nuovo allenatore dell'Avellino, Attilio Tesser, un professionista e una gran bella persona».  Al Club Lupi Biancoverdi si parlerà di calcio, ma sarà anche l'occasione per una degustazione culinaria, inserita in un contesto rilassante: «All'interno della terza "Festa del tifoso biancoverde" si terrà la sagra della trippa e dello spezzatino e non mancheranno musica e balli» - prosegue Renato Buongiorno, che poi aggiunge - «Stiamo lavorano per far partecipare anche una delegazione dell'Avellino alle serate: è un momento di riassesto per la società e quindi dico solo che sarà un piacere accogliere chi vorrà onorarci della sua presenza. Anzi, invito pubblicamente il presidente Walter Taccone perché è grazie a lui se oggi possiamo festeggiare. Un ringraziamento va anche alla sua famiglia e allo staff dirigenziale che gestisce la nostra squadra».  Insomma, il conto alla rovescia è già scattato: «Confido in una massiccia partecipazione di tifosi e non con l’augurio che nella quarta edizione ci ritroveremo insieme ad esultare per la Serie A» - conclude il presidente Buongiorno. Un esempio per passione e attaccamento alla maglia. Un esempio di quanto sia radicato l'amore per l'Avellino in provincia. Marco Festa



Sannioportale.it