• DOMENICA 20 SETTEMBRE 2020 - S. Teodoro martire

Consacrazione giovani guerrieri, cresce l'attesa

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Paternopoli.  Il santuario della Madonna del fiume  si erge in una  caverna naturale. Per raggiungerlo bisogna recarsi a Calabritto, borgo Irpino alle falde del monte Cervialto, il piu' alto dell'irpinia. Un cammino poetico, da fare a piedi per vivere e pieno la straordinaria suggestione di un luogo sacro e bellissimo. "Qui, lasciate le macchine,  bisogna camminare a piedi per circa un'ora fra boschi, torrenti , cascate  e  sentieri ,  fino ad un piccolo pianoro dove sorge il santuario dedicato alla Vergine.  Ed e' questo il posto prescelto per la prima cerimonia di consacrazione  dei giovani guerrieri irpini alla madre terra - racconta Andrea Forgione -.  La cerimonia ha origini antichissime. Essa era praticata  , 2500 anni fa , dai sanniti Irpini  e serviva a costituire la legio linteata , un corpo scelto dell'esercito irpino. Nella tradizione sannita essa si svolgeva su un luogo sacro  ed era preceduta da un sacrificio animale , offerto al pantheon delle divinita' osche , fra cui la dea Kerres , protettrice della terra , dell'agricoltura e della fertilita'. Subito dopo  il sacrificio i giovani venivano introdotti al cospetto dei sacerdoti e facevano giuramento di fedelta' ai valori della cultura sannitica , promettendo di difenderli anche a costo della vita.  Il giuramento era riservato solo ai maschi ,  che dovevano dimostrare di avere doti di coraggio superiore alla media. Al termine della cerimonia ai giovani guerrieri veniva donato un mantello di lino bianco (linteata) che veniva indossato anche in battaglia".  Oggi , i democratici paternesi del circolo Angelo Vassallo di Paternopoli, figli di questa Irpinia, rinnovano  l'amore per la propria terra recuperando la tradizione culturale che fu degli Irpini. "Ma ovviamente essa va riletta in chiave moderna. La cerimonia  attuale  avra' la stessa liturgia ma il giuramento sara' diverso. I giovani consacrati saranno guerrieri della non violenza, il giuramento e' aperto anche alle donne, e l'unica battaglia che si combattera' sara' quella per difendere l'Irpinia dai predatori del territorio con l'arma della politica e della partecipazione democratica. I giovani guerrieri giureranno fedelta' alla democrazia, alla giustizia , alla liberta', in difesa dei piu' deboli  e  della madre terra. Inoltre non ci sara' alcun sacrificio animale ma un pranzo a sacco collettivo ed una giornata di festa fra i boschi dell'Irpinia. I giovani consacrati , al termine della cerimonia , riceveranno un drappo di lino bianco a memoria del loro giuramento di difendere la terra che gli ha dato la vita. La cerimonia si terra' domenica 13 settembre 2015, giornata di luna piena,   e sara' officiata dal gran sacerdote , maestro Federico Barbieri, che sara' affiancato dal Meddix Andrea Forgione e dalla Meddix architetto Maria Consolata Barbieri. Insieme a loro ci saranno anche il Meddix di Ariano Irpino Costantino Puopolo ed il Meddix degli Enotri , popolo alleato degli Irpini, Angelo Oliveto. Chiunque voglia partecipare alla cerimonia, ragazzi e ragazze,  e' pregato di prenotarsi presso la sede del circolo PD Angelo Vassallo di Paternopoli oppure rivolgersi  al gran sacerdote Federico Barbieri ed ai Meddix Andrea Forgione e Barbieri Maria Consolata. Dopo la cerimonia si diventera' ' per la vita  figlio dell'irpinia d'Oriente , e per sempre figlio delle Stelle - conclude la nota stampa -".
Redazione        



Sannioportale.it