• DOMENICA 11 APRILE 2021 - S. Stanislao vescovo

Con il cuore il Real Avellino conquista la Seconda Categoria

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Atripalda (Av) – Dopo il Valle Avellino, c’è un’altra compagine della città che sorride ed è il Real Avellino, che grazie al pari al termine dei tempi supplementari con il Santa Paolina, conquista la promozione in Seconda Categoria in virtù del migliore piazzamento in classifica ottenuto nella stagione appena conclusa. La squadra di Bartoli, in inferiorità numerica per ben 75’ minuti di gioco, disputa una grande partita di sacrificio e conquista meritatamente il salto di categoria. Delude il Santa Paolina che non è riuscito mai a rendersi pericoloso negli ultimi sedici metri di gioco nonostante l’uomo in più per gran parte della gara. PRIMO TEMPO – Ad avere la prima occasione dopo cinque minuti di gioco è il Real Avellino che ci prova  con Ascolese ma il suo tiro deviato va in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Picariello, il  giovane  sedicenne Iandoli esce e fa sua la sfera. Al 12’ sono gli ospiti a rendersi pericolosi con una conclusione dalla distanza di  Egidio E. che per poco stava per beffare Gragnano. Il Real Avellino accelera ma la conclusione di Ascolese, dopo un triangolo con Moffa, è debole.  La squadra di Marino agisce in ripartenza e al 35’ ha una buona opportunità con Egidio E. che, approfittando di un liscio difensivo, da posizione defilata lascia partire una conclusione tra un tiro e un cross per l’accorrente Centrella. Successivamente si sveglia il Real Avellino che va due volte vicino al gol con una punizione di Preziosi e con un tiro dai trenta metri di Moffa che colpisce l’incrocio. Nel finale De Pace G., già ammonito, commette un fallo inutile, e si becca la seconda ammonizione lasciando i suoi compagni in dieci. SECONDO TEMPO – Nella ripresa ci si aspetta qualcosa in più dal Santa Paolina ma cosi’ non è. Il Real Avellino prende bene le misure e riesce a rendersi pericoloso giocando di rimessa. Al 3’ è Picariello a provarci con un tiro da fuori area ma la palla termina sopra la traversa. Il Santa Paolina manca nell’ultimo passaggio e si affida alle conclusioni dalla distanza che non impensieriscono Gragnano. Al 20’ Picariello prende palla ma conclude debolmente. Alla mezz’ora mister Bartoli inserisce il centrocampista Botta e proprio il neo entrato serve al 40’ una deliziosa palla per D’Emilio ma Iandoli è bravo a non farsi sorprendere sul primo palo. Dopo due minuti di recupero si va all’extratime. TEMPI SUPPLEMENTARI -  Entrambe le squadre accusano la stanchezza di una lunga stagione e infatti si vedono molti lanci lunghi a scavalcare il centrocampo. Gli ospiti non  creano molto e si rendono pericolosi solo su azione di calcio d’angolo con Egidio E. ma il suo tiro a botta viene respinto da un difensore, sulla ribattuta Di Marzo spara alto. In dieci uomini il Real Avellino stringe i denti e ha una potenziale occasioni con Picariello che non finalizza una ripartenza. La partita finisce e dopo centoventi minuti di gioco il Real Avellino può finalmente festeggiare con i suoi tifosi uno storico traguardo. Applausi anche per il Santa Paolina seguito da un centinaio di tifosi. REAL AVELLINO – SANTA PAOLINA  0-0 (dopo i tempi supplementari) Real Avellino: Gragnano, Petroziello (7’ st D’Emilio), Lizza, Picariello B., De Pace L., Della Sala, Preziosi, De Pace G., Picariello C., Moffa (30’ st Botta), Ascolese (1’pts Picariello G.). A disp.: Fiore, D’Emilio, Gaeta, Grossi, Iannaccone. All.: Bartoli.
Santa Paolina: Iandoli, Egidio R. (1’ pts Santangelo), Parente E., Peluso, Campanile, Manganiello, Di Marzo, Luongo (30’ st Ricciardelli),, Centrella C. Egidio E, Egidio A. (10’ st Peluso). All. Parente.
Espulso: al 45’'pt De Pace G. per doppia ammonizione
Note: si è giocato allo stadio “Valleverde”di Atripalda. Spettatori circa duecento



Sannioportale.it