• GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE 2020 - S. Pacifico da S. Severino

Cinema a lutto: è morta Laura Antonelli icona sexy

ATTENZIONE
Tutto il materiale presente in questo articolo è coperto da Copyright Ottopagine.it e ne è vietata la riproduzione, anche parziale.


Avellino.  Si è spenta a Ladispoli all'età di 74 anni l'attrice Laura Antonelli. A trovarla senza vita nella sua casa di Ladispoli, dove da tempo si era ritirata, è stata la domestica al suo arrivo alle 8 di lunedì . Non è chiaro da quanto tempo l’attrice, che aveva 74 anni ed era nata a Pola, in Istria, oggi Croazia, era deceduta. Sul posto carabinieri e polizia. È stata proprio la badante a chiamare i soccorsi. Laura Antonaz, questo il suo vero nome, è stata una delle protagoniste del cinema italiano.  La Antonelli raggiunse il successo con il film "Malizia" di Salvatore Samperi. In seguito è stata la protagonista di pellicole come "Trappola per un lupo" di Claude Chabrol, dove conosce Jean-Paul Belmondo, "Mio Dio, come sono caduta in basso!" di Luigi Comencini e "Divina creatura" di Giuseppe Patroni Griffi. Nel 76 interpreta il ruolo di Giuliana ne "L'innocente" di Luchino Visconti, nel 1977 in "Gran bollito" di Mauro Bolognini e nel 1981 in "Passione d'amore" di Ettore Scola. Il 27 aprile del 1991 comincia una nuova vita per la bella attrice: nella sua villa della Antonelli a Cerveteri vengono trovati 36 grammi di cocaina, viene arrestata e portata a Rebibbia. Nove anni dopo, nel 2000, è invece assolta dalla Corte d'appello di Roma, che la riconosce consumatrice abituale di stupefacenti, ma non spacciatrice. Da allora Laura si ritira a vita privata.



Sannioportale.it